Coronavirus, i sindacati chiedono all'Ausl "più tutele per i lavoratori immunodepressi"

"E' necessario che vengano individuati i dipendenti con patologie, a rischio maggiore se colpiti da Covid19, e che venga agevolato il lavoro da casa"

Considerato il peggioramento dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e in relazione all’aggressività del virus nei confronti delle persone più deboli, le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp Romagna, Uil Fpl chiedono che venga attuata una ricognizione dei dipendenti immunodepressi, con patologie dell’apparato respiratorio e con casi di invalidità riconosciuta che rende particolarmente pericoloso l’uscire di casa e l'esporsi al contagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In relazione all'accertato aumento dei casi di positività da covid 19, chiediamo dove fattibile, in via prioritaria, di agevolare lo smart working e, laddove non ci fosse questa possibilità, di collocare a riposo i lavoratori. Inutile dire che la situazione è molto seria e sia le scriventi, e soprattutto l’azienda, devono agire salvaguardando chi, in questo momento, è più vulnerabile. Tenuto conto del rischio, potenzialmente mortale, al quale sono esposti questi lavoratori, chiedono all’Ausl della Romagna che, con l’interessamento del RSPP, medico competente ed Rls, vengano individuati i dipendenti con patologie, particolarmente a rischio se aggrediti dal Covid -19, che per gli stessi venga agevolato il lavoro agile ed in mancanza di fattibilità dello smart working si attivi il collocamento provvisorio al domicilio per lavoro a rischio. Inoltre, per tutto il personale che in servizio finisce in quarantena per probabile contagio, unitamente a coloro che poi finiscono contagiati, il periodo di esonero dal lavoro deve essere riconosciuto come infortunio sul lavoro e non come malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento