Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, i sindacati contro Start: "Le misure precauzionali adottate non bastano"

"Mancano efficaci divisori tra passeggeri e autisti, disinfettanti a disposizione per la rapida igienizzazione di volante e maniglie"

I sindacati sul piede di guerra con Start. Le parti segreterie provinciali FiltCgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Faisa Cisal, Ugl e Usb scrivono all'azienda per ricordare di avere già fatto presente nei giorni scorsi al direttore generale di Start Romagna
la necessità di adottare maggiori precauzioni per gli operatori in merito al rischio di contagio da Covid 19.

"Abbiamo chiesto che venisse applicato in modo “costante e dettagliato” quanto previsto dal DPCM del 4 marzo in merito alla sanificazione straordinaria e quotidiana dei bus e dei locali aziendali, ivi compresa la messa a disposizione “costante e continua” dei detergenti disinfettanti per tutto il personale (sia per uso personale, che nei locali igienici aziendali); l’utilizzo per la salita e la discesa in ogni bus aziendale delle sole porte centrali e posteriori (se non previste entrambe, solo da quella posteriore); l’impedimento all’utenza di avvicinarsi al conducente al di sotto della misura di 1 metro tramite barriera mobile (vedi catena bianco/rossa di plastica) o similari; la sospensione momentanea della vendita dei biglietti di viaggio a bordo. Prendiamo atto di alcuni interventi che sono stati messi in atto a tutela dei lavoratori e per prevenire la diffusione del virus, ma occorrono tutte le misure da noi richieste.
Mancano efficaci divisori tra passeggeri e autisti, disinfettanti a disposizione per la rapida igienizzazione di volante e maniglie, possibilità di lasciare in consegna negli spogliatoi la divisa affinché venga sanificata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i sindacati contro Start: "Le misure precauzionali adottate non bastano"

RiminiToday è in caricamento