Cronaca

Coronavirus, il decalogo per affrontare l'emergenza e cosa non deve mancare nelle strutture

La Società italiana della Medicina di emergenza-urgenza ha pubblicato una serie di informazioni pratiche sulla gestione dei pazienti Covid19

I professionisti dell'emergenza, impegnati ben oltre le forze disponibili in tutti gli ospedali del Paese per far fronte all'emergenza Coronavirus, continuano ad affiancare all'incessante attivita' clinica l'analisi della situazione e lo sforzo organizzativo per ottimizzare l'esito delle cure sui pazienti e la macchina dei soccorsi sanitari. Simeu, Societa' italiana della Medicina di emergenza-urgenza, in collaborazione con Fenice, Gruppo italiano per la Ricerca clinica in Medicina d'Urgenza, ha pubblicato e messo a disposizione sul sito, una serie di informazioni pratiche sulla gestione dei pazienti Covid19, sulla base dell'esperienza raccolta sul campo in queste settimane e attualmente in corso. Una guida clinica e organizzativa, un tentativo di mettere ordine nella prassi della gestione di un'emergenza mai vista prima nei nostri ospedali. Nel testo vengono analizzate le situazioni da evitare e gli interventi da mettere in atto, i segnali positivi manifestati dai pazienti in miglioramento e i segnali d'allarme di una situazione clinica in peggioramento su cui intervenire prontamente.

Le 10 bandiere rosse:
Esaurimento delle barelle in Pronto soccorso; Esaurimento dei posti letto per ricovero in Terapia intensiva; Esaurimento dei posti letto per ricovero in reparto; Esaurimento o non adeguato rifornimento dei presidi di ventilazione; Esaurimento o non adeguato rifornimento dei presidi sanitari (siringhe EGA, farmaci, ecc); Esaurimento delle forniture di ossigeno; Mancanza di una chiara catena di comando; Mancanza di informazioni o di disposizioni dalle Unita' di Crisi; Proliferare di differenti protocolli terapeutici nella stessa struttura sanitaria; Incremento numerico degli operatori sanitari sintomatici per problematiche fisiche o psicologiche.

"Le 10 bandiere rosse- commenta Salvatore Manca, presidente nazionale Simeu- sono le cose che non devono mancare assolutamente nelle nostre strutture o le situazioni che non devono verificarsi. Ma sempre piu' spesso negli ultimi giorni medici e infermieri dell'emergenza stanno lavorando accanto ai malati in carenza di presidi di protezione sanitaria. Se cadono medici e infermieri dell'emergenza crolla uno dei principali filtri per contenere il contagio".

Firmano il documento "Prims Linea Covid - 10 Cose" disponibile sul sito Simeu in versione integrale: Tiziana Perin - Direttore UO Pronto Soccorso Medicina d'Urgenza, AUSL Romagna, Rimini; Stefano Paglia - Direttore UOC Pronto Soccorso, ASST Lodi; Andrea Magnacavallo - Direttore UO Pronto Soccorso OBI e Medicina d'Urgenza, AUSL Piacenza; Roberto Cosentini - Direttore UO Emergenza Alta Specializzazione (Pronto Soccorso), ASST Bergamo; Antonio Voza - Direttore UO Emergenza Alta Specializzazione (Pronto Soccorso) Humanitas, Rozzano (Milano); Vito Cianci - Direttore UO Accettazione e Pronto Soccorso, AO Padova; Francesca Cortellaro - Direttore DEA ASST Santi Paolo e Carlo, Milano; Andrea Bellone - Direttore UO Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza Ospedale Niguarda, Milano; Anna Maria Brambilla - Direttore UOC Medicina d'Urgenza e PS - ASST Fatebenefratelli Sacco - P.O.Luigi Sacco , Milano; Giorgio Costantino - Direttore UOC PS e Medicina d'Urgenza IRCCS Fondazione Ca' Geanda, Ospedale Maggiore Policlinico, Milano; Ciro Paolillo - Direttore UO Pronto Soccorso, ASST Spedali Civili Brescia; Giovanni Buonocore - Direttore UO Pronto Soccorso, Ospedale Merate, ASST Lecco; Guido Bertolini - Istituto Ricerche Farmacoligiche Mario Negri IRCCS, Unita' di Crisi Covid-19 Regione Lombardia; Gian A. Cibinel - Coordinatore Area PS/DEA Unita' di Crisi Covid-19 Regione Piemonte.

(Fonte Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il decalogo per affrontare l'emergenza e cosa non deve mancare nelle strutture

RiminiToday è in caricamento