Crisi di Governo, l'appello di Morolli a Mattarella: "I lavoratori non devono rimetterci"

"Il Mercatone Uno è uno dei più ampi e complessi tra i tavoli di crisi aperti al Mise"

Preoccupazioni e analisi della situazione economica e lavorativa sono all'ordine del giorno, in seguito alla crisi di Governo. Dopo l'analisi economica e le riflessioni del sindaco Andrea Gnassi, interviene anche Mattia Morolli, assessore al lavoro del Comune di Rimini

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Crisi di Governo, Gnassi: "Ripercussioni pesantissime per le tasche delle famiglie"

"La crisi di governo non può e non deve colpire i lavoratori in crisi. Una preoccupazione ma anche un appello che, come territorio colpito direttamente da alcune crisi aziendali, lanciamo al Presidente della Repubblica e a chi, oggi, deve gestire questo delicato passaggio istituzionale. Il Mercatone Uno è uno dei più ampi e complessi tra i tavoli di crisi aperti al Mise – Ministero dello sviluppo economico. Una crisi cui sono direttamente coinvolte tante famiglie del riminese e su cui da mesi stiamo lavorando come sistema territoriale - Regione, Provincia Comuni e organizzazioni sindacali - per dare aiuti e risposte concrete. Ci sono condizioni di oggettiva ed immediata difficoltà che non possono aspettare i tempi e le incertezze delle crisi di governo. Sono crisi umane che vanno affrontate subito senza aspettare che un solo giorno passi pensando ad altro. Fare politica è occuparsi dei problemi della gente, e le crisi aziendali sono tra quelli principali e prioritari. Spero che quanto fatto finora non venga messo in discussione, o anche semplicemente rimandato nelle tempistiche previste, dagli avvicendamenti di ministri e di governi nazionali. Una crisi di questa portata non può essere scaricata solo sugli Enti locali, anche se questi, dalla Regione in giù stanno dando dimostrazione di grande pragmatismo: c’è bisogno dello Stato, del Ministero. Oggi più che mai continueremo a monitorare la situazione, in stretta collaborazione con gli altri Enti locali e con i sindacati, dalla parte dei cittadini, dalla parte dei lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento