Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

La denuncia di tre ragazzini: "Siamo stati aggrediti e rapinati dai nomadi"

Una passeggiata lungo il Marecchia si è rivelata un incubo per un gruppo di minorenni a cui avrebbero sottratto i cellulari

Una gita in bicicletta, lungo le sponde del Marecchia nella zona di San Martino in Riparotta, si è trasformata in un incubo per tre ragazzini riminesi che sarebbero stati aggrediti da una banda di minorenni provenienti dal campo nomadi. Tutto è iniziato poco dopo le 17 di giovedì quando una delle vittime, trafelato, ha chiamato il 113 spiegando agli agenti della polizia di Stato di essere appena riuscito a scappare da un'aggressione e di trovarsi a San Martino in Riparotta nei pressi del cavalcavia della Fiera. Sul posto è intervenuta una Volante e i poliziotti si sono trovati davanti un 14enne che, spaventato, ha raccontato quanto gli era appena capitato. Secondo il racconto del giovane, insieme ad altri due amici stavano facendo un giro in bicicletta quando, all'improvviso, sarebbero spuntati altre tre ragazzini di etnia rom che li avrebbero aggrediti ma, lui, era riuscito a fuggire e a dare l'allarme.

Sono stati quindi momenti concitati, anche perchè i due amici rimasti nelle grinfie degli aggressori non davano più notizie e, i cellulari, erano tutti muti. Gli agenti, dopo aver tranquillizzato il giovane, hanno iniziato le ricerche e cercato di contattare i genitori. Gli altri due aggrediti, nel frattempo, erano però riusciti a tornare nelle loro abitazioni e, secondo quanto emerso, erano stati derubati dei due cellulari e di una bicicletta dopo essere stati aggrediti e aver riportato diverse escoriazioni. Le vittime hanno presentato una denuncia e, al momento, le loro dichiarazioni sono al vaglio degli inquirenti della polizia di Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di tre ragazzini: "Siamo stati aggrediti e rapinati dai nomadi"
RiminiToday è in caricamento