Il diverbio per un tamponamento tra due automobilisti finisce a cazzotti

La vittima costretta a farsi refertare al pronto soccorso di Rimini dove i medici lo hanno dimesso con una prognosi di 5 giorni

Dagli insulti ai cazzotti, il tutto per un banale tamponamento, con due automobilisti che si sono picchiati per un lieve danno alla carrozzeria. Il primo tempo del diverbio si è consumato venerdì a una delle tante rotatorie di Rimini dove, chi stava davanti, ha avuto delle incertezze nell'imettersi nel traffico cittadino. L'automobilista che lo seguiva, tuttavia, ha iniziato a spazientirsi e ha pigiare ripetutamente il clacson fino a quando il primo è sceso dall'abitacolo per chiedere spiegazioni. E' a questo punto che si apre il giallo: secondo l'automobilista che si trovava dietro, il mezzo del primo è retrocesso fino a toccare il paraurti della propria vettura.

Un danno, pare, minimo e i due si sono limitati a scambiarsi i numeri di telefono per valutare l'ammaccatura in un secondo momento e se ne sono andati. Tutto sembrava essere finito se non che, dopo nemmeno un'ora, il presunto tamponato ha chiamato la controparte sostenendo che i danni erano rilevanti e dando l'appuntamento in un parcheggio sulla Consolare per San Marino per decidere il da farsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inizia così il secondo tempo della discussione e, il tamponato, invita l'uomo a constatare di persona i danni alla carrozzeria ma, quando questo si inchina sul paraurti, viene aggredito. Prima un pugno alla testa e, poi, un secondo cazzotto al viso prima di risalire nella propria vettura e allontanarsi a tutta velocità lasciando la vittima, un 30enne, dolorante e spaventato. Per l'uomo non è rimasto altro da fare che ricorrere al pronto soccorso dell'Infermi, da dove è stato dimesso con una prognosi di 5 giorni, e informare dell'accaduto la polizia di Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento