Turista muore per ischemia cerebrale e dona gli organi

In vacanza nel riminese, è finito in coma per colpa di un'ischemia cerebrale dalla quale non si è più ripreso. L'uomo, un 72enne piemontese deceduto alcuni giorni fa, ha donato donato fegato e cornee

In vacanza nel riminese, è finito in coma per colpa di un'ischemia cerebrale dalla quale non si è più ripreso. L'uomo, un 72enne piemontese deceduto alcuni giorni fa, ha donato donato fegato e cornee. Il percorso donativo ha visto l'attivazione del Coordinamento Locale Trapianti, diretto dal dottor Fabio Bruscoli, e della rete dei trapianti regionale. E grazie alla partecipazione e alla fiducia che la famiglia del donatore, in questo caso più  che mai trattandosi di una famiglia che era in vacanza, ha riposto nei confronti dell'Ausl, si sono potute dare opportunità di vita ad altri pazienti.

Il Coordinamento Locale Trapianti pone il massimo impegno nell'attività di procurement di organi, che rappresenta spesso anche una forma di consolazione per i famigliari di chiè scomparso, cos  come nel curare anche gli aspetti empatici e relazionali del percorso che affianca famigliari e operatori in un gesto di grande solidarietà sociale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento