Dopo la condanna per rapina, pizzicato a girare tranquillamente per strada

Fermato dalla polizia di Stato insieme ad altri soggetti sospetti, è emerso che il ragazzo sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari

Sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari, in quanto condannato a 8 mesi di reclusione per una rapina, ma un 20enne ucraino è stato pizzicato a zondo per la città dagli agenti della polizia di Stato. Il ragazzo, insieme ad altri due soggetti sospetti, era stato fermato per un controllo da una pattuglia delle Volanti in via AVanzolini. Al momento di fornire i documenti, è emerso che il 20enne avrebbe trovarsi a casa ed è stato quindi arrestato per evasione. Portato in carcere, nella cella dei "Casetti" gli è stato notificato l'aggravamento della misura restrittiva e dovrà scontare il resto della pena nella casa circondariale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

Torna su
RiminiToday è in caricamento