Dopo una lunga indagine, polizia e carabinieri arrestano predoni di farmacie e supermarket

Ordinanza di custodia cautelare in carcere per una coppia di malviventi che hanno depredato, a Rimini, la Coop e il D Più, e, a Coriano, la farmacia

Nella giornata di venerdì il personale della polizia di Stato e dei carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Rimini nei confronti di una coppia di Coriano. I due, lui di 38 e lei di 29 anni originari del napoletano, sono accusati di due rapine a Rimini, una alla Coop e l'altra al D Più, e di un furto aggravato alla farmacia di Coriano durante la scorsa estate. Gli inquirenti delle forze dell'ordine, dopo aver ricevuto una descrizione dei malviventi e analizzato il loro modus operandi, sono arrivati ad identificare entrambi. Secondo quanto emerso, per mettere a segno i colpi i due facevano la 'spesa' nel negozio preso di mira per poi superare le casse cercando di occultare la merce e minacciando i dipendenti che intervenivano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel colpo al D Più, invece, la coppia era entrata nel supermercato riempiendo i carrello di merce e, al momento di pagare, avevano sostenuto che la 'spesa' fosse il corrispettivo di un rimborso per un tablet acqusitato qualche giorno prima e risultato difettoso. Il responsabile del punto vendita, dopo aver spiegato loro che il tablet non era più funzionante a causa della caduta del dispositivo e che la garanzia non copriva tale evento, per tutta risposta riceveva un pugno sul polso mentre tentava di bloccare il carrello con la spesa, mentre un’altra commessa veniva percossa subendo un trauma cranico  e un trauma contusivo al volto. Gli arrestati sono stati associati presso la locale casa circondariale, dove sono stati posti a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento