Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Dopo una vita di inferno e sofferenze trova il coraggio di denunciare l'ex

Messaggi offensivi, minacciosi, e denigratori, percosse e vessazioni di ogni tipo erano praticamente all'ordine del giorno

E’ stata eseguita nella giornata di mercoledì, dal personale della squadra Mobile della Questura di Rimini, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confonti di un 43enne riminese residente a Santarcangelo. L'uomo, secondo quanto emerso, è accusato di una lunga serie di maltrattamenti nei confronti della ex moglie che, dopo anni di sofferenza, ha trovato il coraggio di denunciarlo. La vicenda era iniziata nel 2013 quando, dopo alcuni anni di convivenza e nonostante l'arrivo di due figli, il 43enne aveva iniziato a tenere un comportamento umilante e offensivo nei confronti della vittima. Le vessazioni, spesso, avvenivano anche sotto gli occhi dei due bambini con la donna che era costretta a vivere in un vero e proprio inferno.

Col passare del tempo, le condotte dell'uomo erano peggiorate sempre più tanto che, secondo quanto emerso, messaggi offensivi, minacciosi, e denigratori, percosse e vessazioni di ogni tipo erano praticamente all'ordine del giorno. Oramai allo stremo, e temendo per la propria incolumità, nel gennaio di quest'anno la vittima ha trovato il coraggio di chiedere aiuto e di presentarsi in Questura per sporgere denuncia nei confronti del 43enne. Gli investigatori della Mobile, dopo aver ricostruito e accertato il racconto della vittima, hanno chiesto e ottenuto dal magistrato l’ordinanza della misura cautelare degli arresti domiciliari da scontarsi presso l’abitazione della coppia, luogo dal quale ormai da qualche tempo la donna si è allontanata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo una vita di inferno e sofferenze trova il coraggio di denunciare l'ex

RiminiToday è in caricamento