Dramma della solitudine, clochard ritrovato morto per il freddo e l'alcol

Il cadavere è stato rinvenuto domenica mattina nei pressi della stazione ferroviaria di Rimini, a nulla sono valsi gli sforzi dei sanitari per rianimare l'uomo

Macabro ritrovamento, domenica mattina verso le 10.30, nel piazzale della stazione ferroviaria di Rimini dove è stato rinvenuto il cadavere di un clochard. L'uomo, con tutta probabilità, aveva trascorso buona parte della notte in un giaciglio di fortuna sotto il porticato dell'ufficio Iat nei pressi della fermata degli autobus. Verso le 10.30 alcuni passanti, preoccupati per quel corpo che non dava segni di vita, hanno lanciato l'allarme facendo accorrere sul posto il personale del 118 con ambulanza e auto medicalizzata ma, una volta arrivato in piazzale Cesare Battisti, il medico non ha potuto fare altro che certificare il decesso. L'uomo non aveva documenti con sè tuttavia, in una tasca, il personale della Polfer arrivato per i rilievi di rito, ha trovato un foglio di dimissione dal pronto soccorso risalente all'11 dicembre. In quella occasione, sembra che lo sconosciuto fosse stato ricoverato per una intossicazione da alcol ma, dopo essere stato sottoposto a una flebo, ha lasciato il nosocomio riminese. Anche in quel documento non era riportato il nome ma solo la nazionalità, nigeriana, e l'età, 54 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO

Alcuni cittadini stranieri, che si trovavano sul posto, hanno chiesto agli agenti di poter vedere il corpo per capire se si trattava di una persona di loro conoscenza ma, purtroppo, nessuno è stato in grado di fornire elementi utili. Nello squallido giaciglio, gli agenti della Polfer hanno trovato qualche genere alimentare e un cartone vuoto di Tavernello. Sembra che le telecamere che controllano la stazione ferroviaria abbiano inquadrato, nella giornata di sabato, lo sconosciuto che si aggirava nella zona e, al momento, i filmati sono al vaglio della polizia. Il magistrato di turno ha poi disposto la rimozione del cadavere che è stato portato presso l'obitorio del cimitero di Rimini a disposizione del medico legale che, nel pomeriggio di domenica, effettuerà una ricognizione per cercare di accertare le cause della morte. Il certificato, stilato dal medico dell'ambulanza, parlerebbe di un collasso cardiocircolatorio e, con tutta probabilità sarebbe dovuto a un mix di alcol e freddo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento