Drogata e violentata dal fidanzato della madre, finito l'incubo per una ragazzina

L'orco era l'ex compagno della madre che, rimasto senza lavoro, era andato a vivere con le due donne costringendo la 16enne a ripetuti atti sessuali

Sordida vicenda di degrado familiare quella scoperta dai carabinieri di Rimini che, nella serata di domenica, hanno arrestato un 55enne di Lampedusa accusato di violenza e minacce su una 16enne riminese. Le indagini erano partite nel dicembre del 2013 quando la ragazzina, in lacrime e accompagnata dalla madre, si era presentata in caserma per raccontare la turpe vicenda che aveva, come protagonista, l'ex compagno della donna. L'uomo, originario della Sicilia, alcuni mesi prima si era trasferito nella casa delle due donne in quanto rimasto senza lavoro e, nell'impossibilità di sostenere le spese dell'affitto, si era rivolto alla madre della ragazzina con la quale aveva una relazione. Durante le giornate, approfittando del fatto di rimanere in casa da solo con la 16enne, aveva iniziato a fare delle avances sempre più spinte fino ad arrivare a costringere la ragazzina a un rapporto sessuale completo. La giovane, tornata a casa dopo una notte brava nei locali riminesi dove aveva bevuto e fumato dell'hashish, si era addormentata nel proprio letto e, la mattina dopo, si era risvegliata con accanto il 55enne che l'aveva violentata. 

Dopo quel primo rapporto, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti dell'Arma, la situazione era precipitata con il 55enne che, sempre più spesso, obbligava la minorenne a sottostare ai suoi desideri sessuali accompagnando il tutto con continue ritorsioni e minacce di raccontare tutto alla madre e ai suoi amici.  Grazie alle numerose prove raccolte dai militari dell’Arma e, soprattutto, grazie all’estremo coraggio della ragazzina che, in alcuni occasioni, registrava l’uomo a sua insaputa mentre questi le descriveva con dovizia di particolari le sue malefatte, l'autorità giudiziaria ha raccolto elementi sufficienti per emettere nei confronti del 55enne una misura di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Il provvedimento è stato eseguito in collaborazione con la Stazione dei carabinieri di Lampedusa, dove l’uomo aveva fatto ritorno quando l’ex compagna, informata dalla figlia delle violenze subìte, aveva deciso di allontanarlo da casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento