Eddy Tavares tenta il gesto estremo dopo il faccia a faccia con Gessica

Il capoverdiano accusato di stalking e di aver sfigurato l'ex finalista di Miss Italia ha cercato di impiccarsi in cella

Una corda artigianale ricavata da un lenzuolo, poi legato alle sbarre della cella e avvolto intorno al collo. Ha cercato così di farla finita, nel carcere di Forlì, il capoverdiano Eddy Tavares accusato di stalking e di aver sfigurato con l'acido l'ex fidanzata Gessica Notaro. Il gesto estremo dello straniero è arrivato dopo che, lo scorso 27 aprile, il 29enne ha rivisto la sua vittima nella prima udienza del processo che lo vede imputato di stalking nei confronti dell'addestratrice di leoni marini. Secondo quanto emerso, dopo quel faccia a faccia Eddy avrebbe avuto un tracollo psicologico cercando così di farla finita ma è stato soccorso in tempo dagli agenti della polizia Penitenziaria. Dopo il gesto disperato tentato lunedì l’ex fidanzato di Gessica Notaro è sotto sorveglianza ancora più stretta nel carcere di Forlì in attesa che, il prossimo 17 maggio, ci sia la seconda udienza del processo per stalking. Non sarebbe la prima volta che il capoverdiano tenta il gesto estremo: all'indomani della fine della relazione con la Notaro, infatti, avrebbe cercato nuovamente di togliersi la vita impiccandosi al cancello di casa della ragazza. I legali del 29enne, intanto, hanno chiesto per il loro assistito una perizia psichiatrica affidandosi al professor Alessandro Meluzzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento