menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza abitativa, l'Emilia Romagna stanzia altri 2,65 milioni per il fondo affitto

Aiuti anche agli studenti e incentivi ai proprietari degli immobili per rivedere i canoni

Dopo i 15 milioni di euro stanziati in primavera, aumenta ancora il fondo per l'affitto 2020 della Regione Emilia-Romagna per aiutare le famiglie in difficoltà economica. La Giunta Bonaccini ha stanziato infatti altri 2,65 milioni di euro, che ora saranno ripartiti tra i 39 Comuni capofila dei distretti socio-sanitari della regione. I contributi, fino a un massimo di 1.500 euro, saranno proporzionati al calo del reddito causato dalla pandemia. Gli aiuti sono quindi destinati in particolare a chi ha perso il lavoro o è entrato in cassa integrazione o in mobilità, ai lavoratori precari o stagionali e sono estesi anche agli studenti universitari iscritti in un ateneo dell'Emilia-Romagna. Il contributo è previsto anche per chi è in una situazione di forte emergenza, cioè i nuclei familiari con reddito Isee inferiore a 3.000 euro, in questo caso a prescindere dal calo reddituale. Previsti anche incentivi (da 2.000 a 3.000 euro) ai proprietari di immobili che decidono di rinegoziare il canone di locazione o di affittare a canone concordato un immobile rimasto vuoto. "I territori ci hanno segnalato un alto numero di richieste sul Fondo affitto 2020 messo in campo dalla Regione a fine maggio- spiega la vicepresidente Elly Schlein- quindi a fronte di questa seconda ondata abbiamo deciso di stanziare ulteriori risorse per aiutare un numero piu' elevato di persone che hanno fatto richiesta dei contributi".

Le misure introdotte dalla Regione in questi mesi di emergenza, continua Schlein, "sono destinate ad assicurare un necessario supporto sociale alle famiglie che affrontano problemi di diminuzione del proprio reddito, soprattutto a causa della perdita o riduzione del lavoro. Le necessità a cui fare fronte ogni giorno sono molte e di diversa natura, ma uno dei problemi più impellenti resta quello di come pagare l'affitto di casa, che è una delle voci più gravose nel bilancio familiare".

Durante l'emergenza, sottolinea la vicepresidente, "abbiamo innovato il Fondo affitto cercando di dare risposte commisurate ai bisogni e rispondendo alle difficoltà sia degli inquilini a pagare l'affitto sia dei proprietari che si sono trovati con gli immobili vuoti, incentivando le rinegoziazioni dell'affitto e la stipula di nuovi contratti a canone concordato, per guardare oltre l'emergenza".

Le risorse potranno essere impiegate dai Comuni per scorrere le graduatorie dei bandi in corso e di quelli appena chiusi, ma anche per esaurire le graduatorie del fondo 2019. A livello provinciale, le risorse sono cosi' ripartite: a Bologna 636.433 euro; a Modena 441.415 euro; a Reggio-Emilia 298.233 euro; a Parma 273.398 euro; a Forlì-Cesena 225.835 euro; a Ravenna 215.868 euro; a Rimini 199.982 euro; a Ferrara 192.010 euro; a Piacenza 166.822 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento