Ennesima occupazione dei centri sociali, questa volta è un ex hotel sul mare

Nuovo blitz di 'Casa Madiba' che ha preso di mira uno stabile abbandonato a Viserbella per trasformarlo in una "zona temporaneamente autonoma"

Nuovo blitz del contro seciale di 'Casa Madiba' che, nella giornata di venerdì, ha occupato un'altro stabile di Rimini. Dopo la caserma dei vigili del fuoco e dell'ex centrale Enel, dai quali sono stati sgomberati, e l'occupazione di Villa Ricci, questa volta è toccato a un ex albergo abbandonato di Viserbella. Ad essere occupato, infatti, è lo stabile al civico 21 di viale Toscanelli che, secondo un comunicato diffuso dal centro sociale, "è diventato una zona temporaneamente autonoma". L'intenzione di 'Casa Madiba' è quella di realizzare una serie di iniziative che, sempre secondo il comunicato, saranno "una tre giorni di confronto, con dibattiti e sessioni di workshop, nei quali si parlerà di temi di attualità relativi al territorio riminese, ma non solo: dalle occupazioni agli sgomberi, dall'operazione antidroga Titano al tema dell'immigrazione, fino alle riforme del mercato del lavoro e alla necessità di tutelare i diritti dei lavoratori, inclusi quelli stagionali". L'occupazione, tuttavia, dovrebbe terminare nel tardo pomeriggio di domenica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando le forze dell'ordine si sono accorte di quanto stava succedendo in viale Toscanelli, sul posto è intervenuto il personale della polizia di Stato e Municipale. Gli agenti hanno identificato 12 persone pizzicate all'interno dello stabile che, presumibilmente, verranno denunciate per invasione di edifici. 'Casa Madiba' è già nel mirino della Procura in seguito alla denuncia di un ospite per la presunta richiesta di denaro a quanti venivano accolti nelle strutture occupate. Per rimanere a dormire nella palazzina occupata dagli attivisti del Lab.Paz bisognava pagare 400 euro al mese o lavorare gratis per il gruppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento