Un bell'esempio di onesta: trova la cassa dell’autolavaggio aperta e chiama il 112

Vede la gettoniera di un autolavaggio lasciata aperta e non esita a chiamare i Carabinieri. Protagonista del bell'esempio di onestà un marocchino di 30 anni

Vede la gettoniera di un autolavaggio lasciata aperta e non esita a chiamare i Carabinieri. Protagonista del bell'esempio di onestà un marocchino di 30 anni. L'episodio è avvenuto mercoledì sera, intorno alle 20, in via Islanda. L'extracomunitario quando ha notato che nella gettoniera vi era molto denaro non ha esitato a chiedere l'intervento del 112. I Carabinieri hanno accertato che il gestore aveva lasciato la cassa aperta per errore.

I militari hanno avvistato l’uomo, che poi ha avuto modo di appurare che effettivamente, per errore, aveva lasciato aperto lo sportello della gettoniera del lavaggio automatico e dentro vi era l’incasso della giornata. Bell’esempio di onestà da parte del 30 enne marocchino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento