menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fallimento Aeradria: sequestrati i beni degli amministratori di Air

Messi sotto sigilli i beni immobili e mobili fino ad un valore di circa 3,5 milioni di euro. Nei guai Alessandro Giorgetti, presidente e amministratore, e i consiglieri Eugenio Pacassoni e Enzo Fabbri

Nuovo capitolo nel fallimento di Aeradria e delle società controllate dalla gestione dello scalo aeroportuale "Federico Fellini" di Rimini: sono stati infatti messi sotto sigilli i beni personali degli amministratori di Air srl, una branca della galassia Aeradria. Il giudice del tribunale civile ordinario di Bologna ha infatti disposto di sequestrare i beni immobili e mobili, per un valore di 3,5 milioni di euro, degli amministratori della società dichiarata fallita lo scorso 9 ottobre. Una decisione che arriva in seguito alle richieste del curatore fallimentare di Air srl, Andrea Ferri di Bologna, in seno all'azione di responsabilità sul fallimento nei confronti degli amministratori. A finire nei guai sono stati Alessandro Giorgetti, presidente e amministratore di Air, i consiglieri Eugenio Pacassoni e Enzo Fabbri, che si sono visti sequestrare i beni personali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento