Festino a base di alcol e coltelli, arrestato presunto autore del fendente

La vittima aveva raccontato agli inquirenti di essere scivolato sulla lama a causa dell'ubriachezza

Svolta nelle indagini sul ferimento di un cittadino dello Sri Lanka, avvenuto lo scorso fine settimana, con l'arresto da parte della polizia di Stato del presunto accoltellatore. La vittima, un 34enne così come il fermato, si era presentato al pronto soccorso con un taglio alla gola e, ai medici, aveva raccontato di essere caduto su un coltello durante un festino, avvenuto nella serata di sabato, con alcuni connazionali. Sempre secondo il racconto della vittima, quella notte si era ritrovato in un appartamento di via Italia con altri tre cingalesi. L'alcol sarebbe scorso a fiumi tanto che, come digestivo, i quattro stranieri si sarebbero scolati una bottiglia di superalcolico a testa ed è stato a questo punto che sono iniziati i guai. Uno dei cingalesi, infatti, andando nella cucina sarebbe rovinato a terra a causa dell'alcol ferendosi alla gola con un coltello. Una ricostruzione che non ha convinto gli inquirenti della Mobile i quali hanno fermato il connazionale, su disposizione del pubblico ministero Davide Ercolani che ha coordinato le indagini sul caso, con l'accusa di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento