menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora furti, Carabinieri riconoscono ladro: lui reagisce con calci e pugni

Due arresti e dodici denunce. E' questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio svolto dalla tarda serata di lunedì fino alle 8 di martedì dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e delle Stazioni di Rimini, Miramare, Viserba e Rimini-Flaminia

Due arresti e dodici denunce. E' questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio svolto dalla tarda serata di lunedì fino alle 8 di martedì dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e delle Stazioni di Rimini, Miramare, Viserba e Rimini-Flaminia, coadiuvati da due squadre della Compagnia d’Intervento Operativo del 4° Battaglione Mobile Veneto. Un marocchino di 28 anni, residente a Ravenna, è stato arrestato per furto aggravato. Il giovane è stato sorpreso sull’arenile del lido “bagno 106”, mentre stava rubando due borse, contenenti documenti, telefoni cellulari e circa 60 euro, ai danni di due turiste inglesi. La refurtiva è stata completamente recuperato.

Un albanese di 39 anni, invece, è stato arrestato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. L'extracomunitario, in Italia senza fissa dimora, individuato dai componenti di una pattuglia come autore del furto avvenuto nei giorni scorsi all’interno di un appartamento del residence di Marina Centro, al fine di sottrarsi all’identificazione e rimanere impunito, inizialmente ha minacciato e detto ingiurie contro gli operanti, per poi aggredirli con calci,  pugni e spintoni. L'esagitato è stato bloccato ed arrestato dai Carabinieri. Nel medesimo contesto lo stesso è stato anche deferito in stato di libertà per il citato furto in appartamento.

I Carabinieri all’esito di un servizio antiprostituzione svolto nella nottata sul viale Regina Margherita e lungomare Di Vittorio, hanno identificato 16 giovani ddell’est Europa (4 bulgare e 12 rumene), di cui sei sono state denunciate in stato di libertà per inosservanza del foglio di via, mentre altre sei sono state proposte per l’emissione di analogo provvedimento. I Carabinieri delle Stazione di Rimini e Viserba, all’esito di un mirato servizio di controllo di strutture in disuso occupate da senzatetto, svolto all’alba presso l’ex macello comunale, sito in via Nataloni, hanno rintracciato 7 cittadini rumeni di cui due sono stati denunciati in stato di libertà per inosservanza del foglio di via, mentre per altri due è stato proposto l’emissione di analogo provvedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento