Un magnete per rubare la corrente: giostraio in manette

E' stato verificato che il titolare delle giostre aveva installato una serie di magneti sul contatore per rallentare la registrazione dei kilowatt consumati.

Giostraio ravennate in manette per furto di energia elettrica. Gli agenti della Volante della Questura di Rimini hanno arrestato giovedì pomeriggio un 51enne, già noto alle forze dell'ordine. A chiedere l'intervento del 113 è stato un dipendente dell'Enel, impegnato in un intervento in un piccolo luna park nei pressi del lungomare. E' stato verificato che il titolare delle giostre aveva installato una serie di magneti sul contatore per rallentare la registrazione dei kilowatt consumati.

A fronte dell'energia erogata, era stato segnalato un consumo inferiore del 60% rispetto all'effettivo. In questo modo il giostraio era riuscito a sfalsare così grosse quantità i consumi reali, pagando infine cifre irrisorie per quanto realmente consumato. I poliziotti hanno così arrestato per furto il 51enne, mentre è tuttora uccel di bosco l'altro socio. Gli inquirenti confidano in breve di rintracciarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento