Gestione del "Fellini", consorzio riminese ricorre al Tar contro Airiminum

Nuova doccia gelata sulla riapertura dell'aeroporto. Il ricorso al Tar del Lazio è stato notificato chiedendo l'annullamento della gara a causa di "una serie di anomalie che hanno rilevanza giuridica"

Nuova doccia gelata sulla riapertura dell'aeroporto con il Consorzio per lo sviluppo dell'aeroporto di Rimini San Marino e il Consorzio A&B Network che hanno depositato il ricorso per l'annullamento del bando di gara e, di conseguenza, di non assegnare la gestione dello scalo Federico Fellini alla società Airiminum 2014 Srl che se lo era aggiudicato. Il ricorso al Tar del Lazio è stato già notificato a Enac e Airiminum ma, al momento, non sembrano esserci state reazioni. L'annullamento è stato richiesto a causa di "una serie di anomalie che hanno rilevanza giuridica, tanto da configurare vizi invalidanti del procedimento e dell'intera procedura di gara"; l'omissione della richiesta all'Autorità anti corruzione, non e' infatti sanabile a posteriori.

La richiesta di sanzionare l'illegittimità del provvedimento di aggiudicazione per mancata esclusione di Airiminum arriva dopo l'accesso effettuato dal Rti agli atti di gara che "ha portato alla luce profili di illegittimità del provvedimento di aggiudicazione pronunciato a favore di Airiminum, nello specifico con riguardo al verbale di sopralluogo e alle referenze bancarie che l'aggiudicatario ha trasmesso alla stazione appaltante". Secondo i ricorrenti, sia le referenze bancarie che l'attestato di sopralluogo presentati non rispettavano nè la lex specialis di gara, nè il Codice degli appalti, non garantendo quindi l'affidabilità del concorrente il quale, infatti, non ha ancora versato il capitale richiesto dal bando di gara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stato anche sollevato il fatto che "da informazioni assunte in via informale, si è appreso che l'offerta tecnica presentata da Airiminum 2014 srl costituirebbe la riproposizione del piano industriale che il precedente gestore aveva presentato al Tribunale fallimentare, senza peraltro ottenerne l'approvazione". Il Rti ha quindi chiesto al Tar che "in via istruttoria disponga le opportune misure per accertare l'effettiva regolare esecuzione del sopralluogo e di stabilire se l'offerta tecnica presentata da Airiminum 2014 srl costituisca o meno la riproposizione del piano presentato al Tribunale fallimentare dal precedente fallito gestore dell'aeroporto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento