menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guerra ai dehors, il Comune confermerà le concessioni e Gnassi scrive alla Soprintendenza

Il primo cittadino mette nero su bianco la linea dell'amministrazione e sottolinea il percorso fatto dalla città per la sua riqualificazione e valorizzazione del patrimonio

Il Comune di Rimini va dritto per la sua traiettoria. A tracciarla, nero su bianco, è il sindaco Andrea Gnassi che martedì ha scritto alla Soprintendenza con una lettera indirizzata all’architetto Vincenzo Napoli in cui spiega la funzione per cui nel rinnovato centro di Rimini i locali e i dehors non verranno smontati. Quella ai dehors è una vera e propria battaglia, iniziata con le lettere di diniego agli esercenti da parte della Soprintendenza sulla possibilità di tenere le strutture allestite anche per i mesi invernali.

Guerra ai dehors: il Comune inferocito

Nei giorni scorsi sulla questione sono intervenute anche le categorie economiche e la questione è finita in Regione, oltre ad essere stata presentata anche un'interrogazione al ministro Franceschini. In un clima ormai arroventato il Comune non ha alcun dubbio e va avanti con la sua linea, in attesa di chiarire meglio le cose con la Soprintendenza. Nella missiva il primo cittadino evidenzia che i locali che avevano avuto autorizzazione stagionale ai dehors, pur avendo fatto in origine richiesta a titolo permanente - e che dovrebbero disallestire entro il 31 ottobre - l'amministrazione confermerà le concessioni per tutto l'anno. E’ infatti competenza dell’Amministrazione concedere le autorizzazioni annuali.

Gnassi ribadisce naturalmente la necessità di regole, prescrizioni e sanzioni, ma tutta una categoria non può essere penalizzata per le irregolarità di alcuni soggetti. Per il sindaco la nuova offerta culturale del centro storico va accompagnata da una concezione della zona come luogo d’incontro. E le attività che si sono dotate di strutture con investimenti economici anche importanti, servono anche a limitare l’occupazione indiscriminata di auto in centro e a rifunzionalizzare spazi pubblici. Tra l’altro, sottolinea il sindaco, il percorso per il “Regolamento dei dehors nel centro storico” approvato nel 2016 aveva visto proprio un attento confonto e sinergia con la Soprintendenza, modalità che si auspica possa continuare anche in futuro. Gnassi ribadisce come la città abbia affrontato e continui ad affrontare uno dei più grandi progetti di riqualificazione e di ‘liberazione’ del centro e del proprio patrimonio storico e artistico attualmente in corso nel Paese. E la collocazione di arredi all'aperto si inserisce proprio in questa visione che valorizza la socialità contro un possibile degrado.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

social

Rimini sotterranea tra misteri e curiosità

social

Cassoni riminesi, la ricetta per farli in casa

Attualità

Verucchio, inaugurata dal sindaco una nuova pizzeria d'asporto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento