Rimini, il fatidico 'sì' anche al Museo della Città

Si amplia con due nuovi e prestigiosi luoghi la possibilità di scegliere dove celebrare il proprio matrimonio con rito civile, per gli sposi che scelgono Rimini per coronare il loro rapporto di coppia.

Si amplia con due nuovi e prestigiosi luoghi la possibilità di scegliere dove celebrare il proprio matrimonio con rito civile, per gli sposi che scelgono Rimini per coronare il loro rapporto di coppia. “Sono tante le richieste di coppie – ha detto l’assessore ai Servizi generali Irina Imola – per celebrare nella nostra città il proprio matrimonio, e ci sembrava opportuno, e anche bello per l’importanza che nella vita d’ognuno ha questo giorno, mettere a disposizione alcuni tra i luoghi più belli e suggestivi per questo momento indimenticabile.”

Accanto alle sedi tradizionali dove sono stati celebrati fino ad oggi, la Sala della Giunta di Palazzo Garampi o la saletta dedicata nella sede dei servizi demografici, sarà ora possibile ampliare la scelta ad altre due sedi di grande prestigio come la “Palazzina Roma” di Piazzale Fellini, all'interno della quale è stata individuata una saletta in stile liberty che richiama atmosfere “felliniane”, o al Museo della Città, presso il quale sarà possibile celebrare il rito nella prestigiosa “Sala del Giudizio” oppure, durante la bella stagione, all'esterno nel Lapidario Romano, luogo che richiama le origini della città.

La Giunta comunale ha infatti approvato nella scorsa seduta la nuova organizzazione del servizio di celebrazione dei matrimoni con rito civile che, oltre alla scelta dei luoghi, amplia anche gli orari con la possibilità di sposarsi tutti i sabati pomeriggio. In particolare tutti i giorni della settimana negli orari di apertura al pubblico nella sede dei Servizi demografici di via Caduti di Marzabotto; dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12 e nel primo e terzo sabato di ogni mese dalle ore 16 alle ore 18 nella  Sala della Giunta di Palazzo Garampi in piazza Cavour; nel quarto sabato di ogni mese dalle ore 10 alle 12 presso la Palazzina Roma di Piazzale Fellini; nel secondo sabato di ogni mese dalle ore 16 alle 18 nel Museo della Città. Nel Lapidario romano i matrimoni potranno essere celebrati solo qualora le condizioni atmosferiche siano adeguate e comunque non nel periodo invernale.
 
Così come avviene in tutti i Comuni che hanno individuato sale di particolare prestigio, anche nel Comune di Rimini per la celebrazione dei matrimoni saranno istituite tariffe differenziate, tenuto conto del luogo di celebrazione, dell'allestimento richiesto e degli orari prescelti. Rimangono naturalmente gratuiti i matrimoni celebrati nella sede dei Servizi demografici e nella Sala della Giunta durante l’orario di servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento