Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Imprenditrice non apre i suoi negozi per limitare il contagio: locali chiusi anche al Borgo e in centro

La scelta di una imprenditrice con numerosi negozi all'interno del centro commerciale. E anche in centro si fermano ristoranti, bar e un centro estetico

Ha deciso di non aprire i suoi negozi per tutelare i dipendenti e i loro familiari dal rischio contagio da coronavirus. E' questa la decisione presa martedì mattina da una imprenditrice che gestisce numerose attività all'interno del centro commerciale Le Befane, negozi di intimo e calze. "L'abbiamo vista piangere davanti ai negozi chiusi - raccontano le commesse di un altro negozio - era dispiaciuta, ha oltre venti dipendenti, ma era sicura che fosse la scelta giusta, così da limitare i rischi per tutti".

"E' un gesto importante, perché Rimini non è solo la fotografia di chi in modo superficiale ha preso d'assalto domenica spiaggia e locali, ma anche, e soprattutto, questa faccia della nostra comunità", commentano. E sulle vetrine dei suoi negozi ha appeso il cartello in cui si scusa con la clientela, ma "al fine di contribuire allo sforzo collettivo per il contenimento del contagio, abbiamo deciso, in via precauzionale, di chiudere il negozio per alcuni giorni".

A decidere di non aprire, in attesa che la situazione migliori, sono anche diversi esercizi commerciali del centro storico, come i ristoranti gestiti da Enrica Mancini e Giuliano Canzian, che sono al timone della trattoria La Marianna e dell'Osteria de Borg al Borgo San Giuliano, del ristorante Dallo Zio (in via Santa Chiara), e sempre al borgo del locale e piadineria Nud e Crud e dell'enoteca Biberius, che gestiscono insieme ad altri soci. La decisione è quella di non aprire né a pranzo né a cena: "Lo facciamo per il bene di Rimini e dei riminesi, per la voglia di tornare alla normalità, agli abbracci e alle risate. Lo facciamo per il senso civico che tutti oggi dovrebbero mostrare". Sulle pagine facebook dei ristoranti da lunedì campeggia l'arrivederci ai clienti per contenere il rischio contagio.

E, a non aprire, sino a data da destinarsi, sono anche il centro estetico Ducale54, in via Ducale, tra i più noti della città, il Barfum al Borgo San Giuliano, lo spazio dedicato al make up e ai profumi ideato da Micaela Piccari, diversi parrucchieri e altre attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditrice non apre i suoi negozi per limitare il contagio: locali chiusi anche al Borgo e in centro

RiminiToday è in caricamento