Inchiesta bis sulla morte di Pantani: il gip si pronuncerà sulla richiesta di archiviazione

Prevista la presenza in aula di mamma Tonina che, da 11 anni, chiede certezze sulla morte del figlio

Mercoledì mattina a partire dalle 10, si terrà a Rimini davanti al gip Vinicio Cantarini l’udienza dell’inchiesta bis sulla morte di Marco Pantani, stroncato da overdose il 14 febbraio 2004 nella stanza del residence le Rose. Il giudice deciderà se archiviare, come chiesto dalla Procura della Repubblica, dopo un anno di indagine coordinate dal procuratore capo Paolo Giovagnoli e una nuova perizia medico scientifica affidata al professor Franco Tagliaro o rimandare il fascicolo agli investigatori per nuovi approfondimenti, come chiede la famiglia del campione rappresentata dall’avvocato Antonio De Rensis.

E' già stata annunciata la presenza in aula di mamma Tonina, che da 11 anni chiede certezze sulla morte del figlio, ma non è previsto che parlerà alla corte. Il legale della famiglia si opporrà all’archiviazione dell’inchiesta per omicidio volontario aperta dal procuratore Giovagnoli, proprio in seguito all'esposto dell'avvocato De Rensis. Ma dopo oltre un anno di attività e in virtù della perizia medico legale di Tagliaro, che ha esaminato le conclusioni del consulente della famiglia il dottor Francesco Maria Avato, e quelle del perito del pm nella prima inchiesta, il dottor Giuseppe Fortuni, oltre ad effettuare nuovi test di laboratorio, per la Procura non vi sono elementi che facciano pensare ad un omicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ invece proprio sulla base dei risultati scientifici – ha detto De Rensis – che chiediamo di approfondire perché è lo stesso Tagliaro che dice nella sua perizia che esistono altri test da poter eseguire. Test di laboratorio potrebbero confermare o smentire quello da lui stesso sostenuto”. Esami di laboratorio che secondo la difesa non sono stati fatti ma che potrebbero chiarire alcune cose. Anche dal punto di vista delle indagini sempre, per De Rensis, c’è qualcosa che ancora si può fare “come ascoltare testi che non sono mai stati sentiti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento