Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Rimini Nord / Via Padulli

Intitolate a “Mario Lodi” e “Albero dei bambini” le scuole statali di via dei Padulli e dell’Albero

La Giunta comunale ha infatti, nel corso dell'ultima seduta, approvato le proposte avanzate dai rispettivi consigli di istituto

Mario Lodi

Saranno intitolate al maestro per antonomasia, Mario Lodi, e all’ “Albero dei bambini” le scuole statali rispettivamente di via dei Padulli 34 (primaria) e di via dell’albero 35 (infanzia). La Giunta comunale ha infatti, nel corso dell’ultima seduta, approvato le proposte avanzate dai rispettivi consigli di istituto  e che dovranno essere ora formalizzate dall’Ufficio Scolastico Regionale del MIUR, il Ministero dell’Università e della Ricerca. Mario Lodi è una figura cardine della scuola e del pensiero educativo e pedagogico italiano che attraverso il lungo dopoguerra, protagonista della ricostruzione morale e materiale del nostro paese.

Ispiratore dell’esperienza educativa di Don Milani e della scuola di Barbiana e precursore dell’integrazione. “C’era un problema di lingua -scrisse riferendosi alle sue esperienze nelle scuole di campagna negli anni ‘50 quando i bambini conoscevano solo il dialetto - lo stesso che oggi affligge i figli degli immigrati. E allora lavoravo su ciò che li univa. Siamo tutti eguali nei dolori, nelle emozioni, negli affetti. E solo con l’amore si riesce a scoprire la vita dei bambini”.

Le famiglie sono invece state le protagoniste nella scelta del nome della scuola di via dell’Albero. Hanno potuto scegliere fra tre nomi proposti dalle insegnanti scegliendo di mantenere la parola "albero" all'interno del nome per due motivi: il primo legato a un motivo pratico, ovvero al fatto che la scuola è stata aperta poco più di dieci anni fa, è "giovane" e ancora non del tutto conosciuta come scuola dell'infanzia nel quartiere e, quindi, cambiare radicalmente nome non avrebbe giovato. La seconda motivazione è invece legata al simbolismo dell'albero che rappresenta la crescita, la vita in evoluzione, l'aspetto materno, la protezione, il riparo, il divenire della personalità, l'aspirazione.

“Intitolare una scuola – è il commento di Mattia Morolli, assessore alla Scuola del Comune di Rimini - è un atto simbolico di grande importanza per l’identità di una comunità. In questo caso vengono valorizzati due aspetti storici della scuola riminese, il coinvolgimento attivo delle famiglie e della vita del quartiere, e i riferimenti a pedagogisti che sull’integrazione e sull’attenzione ai più bisognosi hanno fondato una scuola di pensiero ed una pratica educativa innovativa e coraggiosa. Per questi motivi la Giunta ha approvato le proposte pervenute dalle scuole, in attesa ora della chiusura formale dell’iter amministrativo da parte degli organi statali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intitolate a “Mario Lodi” e “Albero dei bambini” le scuole statali di via dei Padulli e dell’Albero

RiminiToday è in caricamento