Obesità infantile, la campagna di prevenzione dello Ior e i baby chef conquistano i social

"Le ricette di tutti i partecipanti faranno parte di un e-book, che verrà utilizzato come strumento di sensibilizzazione"

La campagna di sensibilizzazione sul web #IORmangiosanoconpiùgusto, nata grazie alla collaborazione tra l’Istituto Oncologico Romagnolo e la dott.ssa Annamaria Acquaviva, presentata con uno showcooking dedicato ai bambini al meeting di Rimini 2018, si è conclusa in questi giorni riscuotendo un grande successo. Il progetto, che nasce per favorire la prevenzione dell’obesità infantile, fattore di rischio per svariate malattie incluse quelle oncologiche, si è diffuso a macchia d’olio grazie al passaparola sul web. Dai canali social dell’Istituto Oncologico Romagnolo e della dottoressa Acquaviva, a partire da luglio 2018, sono stati condivisi video educativi che si rivolgono a bambini e a genitori, incentrati sul tema della sana e corretta alimentazione, che hanno raggiunto in totale circa 175.000 persone. Attraverso questi contenuti, tutte le famiglie del web sono state invitate a partecipare ad un contest di piatti creati dai bambini, a base di frutta, verdura e legumi, ingredienti tipici della dieta mediterranea. Al termine dell’iniziativa sono stati 137 i piccoli chef che hanno partecipato, per un totale di 45 ricette che rispettavano i tre criteri di partecipazione: che il piatto fosse buono da mangiare e bello da vedere, per favorire la creatività; che fosse stato assaggiato e approvato dai piccoli cuochi; e che la preparazione rappresentasse un momento di condivisione in famiglia assieme a mamma e papà. 

"Si tratta di un bellissimo risultato per un progetto-pilota che rappresenta un unicum nel panorama nazionale – afferma la dott.ssa Acquaviva – le ricette più originali entreranno a far parte di un video finale di sensibilizzazione che l’Istituto Oncologico Romagnolo promuoverà sui suoi canali social: inoltre, le ricette di tutti i partecipanti faranno parte di un E-book, che verrà anch’esso utilizzato come strumento di sensibilizzazione e di prevenzione. La scelta di concludere il progetto con un concorso di ricette ideate e realizzate dai bambini non è casuale. La letteratura scientifica dimostra che coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti è una strategia più utile, ai fini dell’assaggio, rispetto alla semplice imposizione. Le preferenze gustative sono condizionate dall’esperienza e un bambino può rifiutare diverse volte un assaggio prima di convincersi a provare un alimento nuovo verso cui dimostra diffidenza".

La parte interessante di questo progetto è che viaggiava interamente sulla rete, rivolgendosi ai più giovani con un linguaggio divertente e per loro più comprensibile – aggiunge il Direttore Generale dello IOR, Fabrizio Miserocchi – in un periodo in cui il web è spesso accusato di fomentare i nostri ragazzi a comportamenti scorretti mi sembra si tratti di un bell’esempio di utilizzo virtuoso e responsabile dei canali social. Tali strumenti, se utilizzati in questo senso, ci danno la possibilità di intensificare i nostri sforzi di sensibilizzazione verso stili di vita più sani rivolti a bambini e adolescenti, che puntino a creare adulti protagonisti consapevoli del proprio benessere: ringrazio quindi di cuore la dott.ssa Acquaviva, che non solo ha ideato #IORmangiosanoconpiùgusto ma che ha messo l’anima affinché il progetto fosse un successo".

Genitori, dietisti e nutrizionisti e insegnanti delle scuole di ogni parte d’Italia si sono resi promotori dell’iniziativa nella propria regione e nella propria città, coinvolgendo bambini e famiglie nel concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento