Cronaca

L'Isola delle Rose torna a far sognare i riminesi

L'idea dello Stato indipendente creato da Giorgio Rosa festeggia 50 anni

L'Isola delle Rose, lo stato costruito dall'ingegnere Giorgio Rosa nel 1968 al largo della costa riminese, festeggia il 1° maggio 2018 cinquant'anni. Proclamata nazione indipendente il 1° maggio 1968 fu presto occupata dalle forze di polizia e fatta brillare nel febbraio 1969. La forza di un sogno di libertà è ancora vivo nel ricordo di tanti riminesi e non solo. E grazie alle edizioni Interno4 torna disponibile in libreria, e nelle principali edicole di Rimini, dopo anni di assenza dal mercato, "Isola delle Rose. La libertà fa paura", il cofanetto contenente il film documentario di Cinematica e il libro del giornalista Giuseppe Musilli che hanno riportato alla luce l’incredibile vicenda dell’Isola delle Rose.

Il film:
Il primo maggio del 1968 un ingegnere bolognese, Giorgio Rosa, proclama uno stato indipendente su una piattaforma in ferro da lui stesso progettata e costruita sei miglia al largo di Rimini: è l’atto di nascita dell’Isola delle Rose. Nei mesi successivi quel tratto del mare Adriatico finisce al centro di un caso internazionale. Durante l’estate, i militari occupano la piattaforma: è la prima e unica guerra d’aggressione dell’Italia repubblicana. Il film documentario di Cinematica ripercorre la storia dell’Isola attraverso un minuzioso lavoro di ricerca in giro per l’Italia e l’Europa, con interviste ai testimoni e ai protagonisti di quelle vicende. Il film indaga anche il clima di un’epoca: la Rimini e la riviera romagnola degli anni Sessanta e del turismo di massa, l’Italia che sta vivendo le turbolenze del Sessantotto, il mondo spaccato in due dalla Guerra fredda. Questa vicenda, tra le altre cose, ha ispirato il romanzo di Walter Veltroni L’isola e le rose (Rizzoli, 2012).

Il libro:
La storia dell’Isola delle Rose scritta dal giornalista Giuseppe Musilli: 80 avvincenti pagine in cui tutta la vita dello stato indipendente viene ripercorsa dando voce ai protagonisti dell’impresa. Accompagnano il testo le illustrazioni, decine di fotografie, la rassegna stampa dell’epoca e la riproduzione di manifesti e materiali originali dell’Isola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Isola delle Rose torna a far sognare i riminesi

RiminiToday è in caricamento