rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Dopo le tragedie in discoteca Rimini e Lecce unite "per una notte più sicura"

Per il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, "non si puo' relegare il mondo della notte come qualcosa di problematico e queste giornate serviranno per approfondimenti e far scaturire proposte di valenza nazionale"

Rimini e Lecce unite per vivere il mondo della notte possa essere vissuto in piena sicurezza. Le due città hanno condiviso il progetto 'Tenera è la notte' che verra' presentato al convegno in programma nella città salentina venerdì 27 e sabato 28 novembre. "L'idea - spiega il prefetto di Lecce (ed ex prefetto del capoluogo riminesi) Claudio Palomba - nasce per rappresentare la notte sotto un profilo positivo anche coinvolgendo i giovani". Aggiunge il prefetto di Rimini Giuseppa Strano ha aggiunto: "L'iniziativa nasce da un momento triste che la scorsa estate ha purtroppo accomunato i nostri territori: la morte di due giovani, Lorenzo Toma e Lamberto Lucaccioni (il primo morto per una cardiopatia fuori dalla discoteca Guendalina di Santa Cesarea, il secondo per un'overdose di ecstasy al Cocorico' di Riccione, ndr)".

"Da padri, madri e istituzioni vogliamo dare una risposta a un problema pressante - chiosa Strano -. Quello che e' successo poteva accadere in qualsiasi parte del mondo ma purtroppo e' successo da noi. Nessuno e' indifferente; siamo consapevoli che servono soluzioni. Le luci della notte devono illuminare il divertimento". Per Paolo Perrone, sindcato di Lecce, "il mondo della notte puo' produrre svago e lavoro ma deve avvenire in maniera positiva".

Per il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, "non si puo' relegare il mondo della notte come qualcosa di problematico e queste giornate serviranno per approfondimenti e far scaturire proposte di valenza nazionale. Siamo due territori che affrontano un tema complesso e articolato ma siamo sulla strada giusta per produrre proposte costruttive". Il deputato di Ncd Sergio Pizzolante ha annunciato che la prossima tappa del convegno si svolgerà a maggio a Rimini: saranno creati tre premi per i giovani che racconteranno la notte dal loro punto di vista: "La notte 'sbagliata' - ha evidenziato - non puo' frenare lo sviluppo turistico: serve equilibrio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le tragedie in discoteca Rimini e Lecce unite "per una notte più sicura"

RiminiToday è in caricamento