rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Bambini offesi e strattonati, maestra rischia il processo

Una riminese accusata di maltrattamenti aggravati nei confronti di tre alunni della scuola materna

L'accusa è maltrattamenti aggravati nei confronti di tre minorenni. A finire nei guai è una maestra riminese di 62 anni che rischia il processo. Secondo quanto emerso dal racconto di una collega la donna avrebbe umiliato e offeso i piccoli allievi.

La segnalazione

Secondo l'accusa la donna, che lavora in una scuola comunale per l'infanzia, in più occasioni avrebbe umiliato, strattonato e urlato contro tre suoi alunni, facendoli vivere in un clima di terrore durante le ore trascorse nel plesso scolastico. Gli episodi contestati sarebbero avvenuti nel 2018, tra aprile e giugno, quando i bimbi avevano cinque anni. Ascoltata durante il procedimento interno, la maestra nega tutto, ma al momento il Comune le ha cambiato mansione e l'ha sospesa dal lavoro per quindici giorni.

La vicenda è venuta a galla dopo la segnalazione di una supplente, anche se dall'inchiesta interna verrebbero esclusi episodi di violenza, ma sarebbe ridotto tutto a modi bruschi e inappropriati.

Maestra manesca, al via il processo: i genitori pronti a costituirsi parte civile

L'inchiesta

L'indagine è stata condotta dalla sezione minori della Squadra mobile della questura di Rimini. La maestra, difesa dall'avvocato Milena Montemaggi, ha intanto ricevuto l'avviso di conclusione indagini, preludio della richiesta di rinvio a giudizio, da parte del pm Paola Bonetti. Le famiglie dei bambini sono invece assistite dall'avvocato Massimiliano Orrù.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini offesi e strattonati, maestra rischia il processo

RiminiToday è in caricamento