Dopo il temporale si aprono le fogne, scatta il divieto di balneazione

L'acquazzone notturno ha portato all'apertura di 7 sfioratori che hanno riversato i liquami in mare. Niente tuffi per le prossime 18 ore

Tuffi in mare vietati per le prossime 18 ore a causa del temporale che, nella notte tra venerdì e sabato, si è abbattuto sulla costa riminese facendo aprire gli sfioratoi delle fogne che hanno scaricato i liquami. Secondo i dati di Arpa, sono 7 le zone interessate dal divieto di balneazione: da nord a sud, Torre Pedrera (Pedrera Grande), Viserbella (La Turchia), Rivabella (Turchetta), Rimini (foce del Marecchia), Rimini (Ausa), Miramare (Roncasso), Cattolica (viale Fiume). Salvo ulteriori temporali, che porterebbero a una nuova apertura in mare delle fognature, nella mattinata di domenica la balneazione dovrebbe essere ripristinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento