Prende a schiaffi e bastonate l'anziana madre che non gli vuole pagare la droga

Rocambolesco arresto per il 49enne che, giovedì sera, ha mandato in ospedale la donna al culmine di una furiosa litigata

E' stato arrestato con l'accusa di violenza privata un 49enne di Mondaino che, da tempo, non esitava a picchiare l'anziana madre che non gli voleva dare i soldi per la droga. A far emergere la vicenda di maltrattamenti è stata, giovedì sera, la telefonata della vittima al 113 per chiedere aiuto dopo essere stata picchiata dal figlio. Sul posto, verso le 23, è arrivata una pattuglia della polizia di Stato con gli agenti che hanno trovato l'anziana in un forte stato di agitazione e, in casa, il figlio ancora in preda all'ira. Nonostante la presenza dei poliziotti, il 49enne ha ancora cercato di aggredire la madre fino a quando il personale della polizia è riuscito a calmarlo. La donna ha raccontato di una furiosa litigata durante la quale, il figlio, ha messo a soqquadro la casa arrivando a minacciare di picchiarla con un bastone, per poi riuscire a sfiorarla, e a raggiungerla con degli schiaffi.

E' stato chiesto l'intervento del 118 con i sanitari che, per le sue condizioni, hanno deciso di trasportare l'anziana al pronto soccorso mentre, il 49enne, è stato denunciato per lesioni personali. Nella mattinata di venerdì, però, l'anziana si è presentata in Questura per formalizzare una denuncia nei confronti del figlio raccontando agli agenti di vivere in uno stato di terrore a causa dell'uomo che, tossicodipendente da diversi decenni, sarebbe anche arrivato ad ucciderla. Il 49enne, infatti, nonostante i tentativi di disintossicazione continuava a chiedere il denaro alla madre per acquistare lo stupefacente. L'anziana, dopo essere stata dimessa dall'ospedale, rientrando a casa aveva incrociato il figlio che le aveva rinnovato le minacce si morte nel caso l'avesse denunciato facendo così maturare nella donna il proposito di recarsi in Questura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 49enne stesso, per essere sicuro, si era recato a sua volta negli uffici di corso d'Augusto per verificare se la madre lo aveva denunciato. Ed è stato proprio nella sala d'aspetto dell'ufficio Denunce che gli agenti hanno trovato l'uomo e, dopo averlo identificato, hanno fatto scattare le manette ai polsi con l'accusa di violenza privata. Nella mattinata di sabato, il giudice ha convalidato il fermo e, il 49enne, è stato trasferito nel carcere dei 'Casetti'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento