Massaggi a domicilio, la falsa fisioterapista svaligia un appartamento

I carabinieri di Crevalcore hanno arrestato una riminese 44enne con l'accusa di aver derubato un'anziana bolognese con la scusa di un trattamento fisioterapico

Sono scattati gli arresti domiciliari, disposti dal gip Francesca Zavaglia del Tribunale di Bologna, nei confronti di una riminese 44enne accusata di aver svaligiato l'abitazione di un'anziana. La vicenda risale allo scorso 16 ottobre quando la riminese, spacciandosi per fisioterapista, si era recata nell'appartamento di una 68enne residente a San Lazzaro di Savena. La 44enne, qualificandosi come professionista per sconfiggere l'artrite, aveva convinto la sua vittima a sottoporsi a un trattamento. L'anziana, cadendo nella rete della malvivente, aveva accettato di buon grado e si era distesa sul divano di casa. Tra un massaggio e l'altro, però, la falsa fisioterapista aveva trovato una scusa per assentarsi e andare a prendere alcune confezioni di creme dimenticate in auto. Durante questi movimenti, la 44enne era riuscita ad appropriarsi di tre anelli e due collane d’oro che la vittima aveva lasciato sul tavolo per sottoporsi al trattamento e, una volta terminati i massaggi, la presunta fisioterapista era sparita facendo perdere le proprie tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era stata proprio la vittima, dopo essersi accorta di essere stata derubata, ad aiutare i carabinieri ad individuare la malvivente, già nota alle forze dell'ordine e denunciata  nel 2011 dai carabinieri di Crevalcore per un reato analogo. Nella giornata del 27 marzo il gip, sulla base delle indagini dei carabinieri che avevano portato all’identificazione della 44enne, ha disposto gli arresti domiciliari per la donna. Nel provvedimento firmato dal Giudice, si legge che durante la misura cautelare, l’indagata, non potrà comunicare, neppure telefonicamente o per via telematica, con persone diverse dai familiari conviventi.​

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento