menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimini, maxi blitz contro la prostituzione in strada. Si alza in volo anche l'elicottero dei Carabinieri

Nella nottata tra giovedì e venerdì i militari del Comando Provinciale hanno effettuato, con il supporto anche di un elicottero AB412 del Nucleo di Forlì, un grosso blitz antiprostituzione.

Continuano i controlli dell’Arma sulle strade di Rimini per contrastare il fenomeno della prostituzione. Nella nottata tra giovedì e venerdì i militari del Comando Provinciale, anche a seguito delle numerose segnalazioni pervenute da parte di associazioni di categoria, di amministratori di condomini e di gente comune che continuano a segnalare la crescente presenza di prostitute in strada, hanno effettuato, con il supporto anche di un elicottero AB412 del Nucleo di Forlì, un grosso blitz antiprostituzione.

Schierate in strada 10 pattuglie, oltre 22 militari passando a setaccio il lungomare e le strade parallele della zona sud della città, nonché la statale 16 di Viserba Monte e di Torre Pedrera. Controllate tutte le strade di Rimini, dove solitamente le prostitute attendono clienti, identificando circa 60 prostitute, di cui 42 di origine rumena, 8 bulgare, 6 ungheresi, 3 transessuali brasiliani e una nigeriana. Dopo essere state rintracciate mentre si prostituivano od attendevano i clienti, sono state accompagnate negli uffici del comando di via dalla Chiesa per l'identificazione.

Per 15 di loro, risultate destinatarie del foglio di via, è scattata la denuncia. Le altre, invece, sono state proposte per l’adozione di tale misura di prevenzione. Alcune, risultate sprovviste di documenti, sono state sottoposte anche a fotosegnalamento. Un terzo delle ragazze controllate sono già volti noti perché esercitano a Rimini anche durante il periodo invernale, ma la stragrande maggioranza sono appena giunte da altre parti d’Italia in attesa dell’avvio della stagione estiva.

Tra di loro anche alcuni travestiti brasiliani i quali hanno dichiarato di aver già avviato nel loro paese le pratiche per cambiare i dati anagrafici in attesa di un “cambio” fisico più radicale già programmato nei paesi orientali (Thailandia) dove questo tipo di intervento pare sia molto più economico.

Numerosi anche i clienti controllati (oltre 15) e contravvenzionati (5) per aver violato il Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Rimini che prevede una multa piuttosto salata pari a 500 euro (che punisce la domanda di prestazioni sessuali a pagamento condotta a bordo di veicoli circolanti sulla pubblica via). A più di qualcuno giovedì sera la nottata è costata cara, chissà che quella percorsa dai Carabinieri di Rimini, non sia la strada giusta per colpire in maniera efficace questa brutta piaga della Riviera.

INCIDENTE - Ha tamponato l'auto di una prostituta mentre fuggiava ai Carabinieri. É successo nel cuore della nottata tra giovedì e venerdì verso le ore 1.30 sulla Statale 16, all'altezza delll’Italia in Miniatura. Protagonista un riminese con la sua auto che, dopo aver riaccompagnato una rumena sul posto dove l’aveva poco prima fatta salire, vedendo sopraggiungere i lampeggianti degli equipaggi dei Carabinieri impegnati nel maxi servizio antiprostituzione, nel dileguarsi e sfuggire al controllo ha urtato accidentalmente l’auto della prostituta. Così un equipaggio dei Carabinieri è rimasto sul posto per i rilievi. Nessuno è rimasto ferito solo danni ai mezzi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento