menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nascerà a Miramare un superstabilimento balneare: accorpa 4 bagnini

Il sindaco Gnassi: "Ho trovato il progetto particolarmente interessante e in linea con l'idea nuova di città, aderendo alla logica di riqualificare la spiaggia, trasferendo il costruito fuori da essa"

Con la benedizione del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, prende corpo l'ambizioso progetto di alcuni imprenditori di realizzare un superstabilimento balneare che accorperà quattro bagni e un’attività di pubblico esercizio a Miramare. A darne notizia è lo stesso primo cittadino, che ha raccontato dell'incontro con gli interessati, trovando l'interesse della pubblica amministrazione. "Ho trovato il progetto particolarmente interessante e in linea con l’idea nuova di città - ha spiegato Gnassi -  aderendo alla logica di riqualificare la spiaggia, trasferendo il costruito fuori da essa. E’ chiaro come questa, insieme ad altre analoghe iniziative imprenditoriali (che riguardano aree di spiaggia a Torre Pedrera, a Marina Centro, Viserba, Viserbella e altre), sia atto concreto di privati operatori, a dimostrazione di come, ormai, si sia del tutto consapevoli della necessità di innovare la parte più strategica della nostra offerta turistica. E’ interesse pubblico quello dell’interesse dell’Amministrazione comunale di sostenere e agevolare i progetti che vanno in questa direzione, perché si sposano con le intenzioni e i percorsi già in essere di riqualificazione e di rigenerazione dell’intero waterfront riminese".

"In questo senso, e allargo la riflessione a un tema più generale - prosegue il sindaco - entro la primavera saremo pronti con i bandi che metteranno a disposizione delle manifestazioni di interesse dei privati l’asta di lungomare da piazzale Fellini a Miramare. Strumenti flessibili e chiamati a dare spazio all’innovazione e alla creatività a partire rigorosamente dalla vocazione dei luoghi; dunque fuori dalla filosofia dei ‘project financing’ presentati qualche anno fa, respinta anche perché introduceva funzioni incoerenti con l’area turistica e il mare. Sono sicuro che i bandi, incardinati e ispirati al lavoro del Piano strategico e del Masterplan, rappresenteranno quella sfida al futuro e per il futuro della nostra città che metterà ala prova la classe politica e, soprattutto, quella imprenditoriale. Stiamo accelerando i tempi in questo senso, sono in avanzata fase le verifiche tecniche, l’impegno è quello di ‘fare bene e fare in fretta’". 

"Per quanto riguarda l’altra area, quella del cosiddetto ‘triangolone’, ubicata indicativamente tra piazzale Fellini e piazzale Boscovich - conclude Gnassi - decisivo è il decreto di sdemanializzazione, già alla firma del Ministero dei Trasporti, grazie al pressing e al lavoro sinergico fatto con l’Agenzia del Demanio e al suo Direttore Roberto Reggi,. Il percorso in accordo con l’Agenzia del Demanio garantisce la rapidità massima delle procedure affinché, d’intesa con il Comune, si possa procedere alla riqualificazione del ‘triangolone’. Sono e voglio essere fiducioso e, per dare ancora più sostanza all’ottimismo, continuerò nei prossimi giorni a ‘stimolare’ gli uffici ministeriali per la positiva e rapida soluzione dell’iter amministrativo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Zanzariere, ecco pochi e semplici prodotti per pulirle

Cura della persona

5 consigli per avere una rasatura perfetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento