2012: dal distastro della Costa Concordia, all'omicidio Bernabini

Sono, anche per il 2012, tantissimi i fatti che hanno colpito l'attenzione dei nostri lettori. Ecco un riassunto, dove cerchiamo di ricordare le principali notizie dell'anno che sta per finire, sperando sempre in uno splendido 2013

Il disastro della Costa Concordia

Sono, anche per il 2012, tantissimi i fatti che hanno colpito l'attenzione dei nostri lettori. Dal naufragio della Costa Concordia, dove hanno perso la vita Willy e Daya Arlotti, padre e figlioletta di Rimini, al terremoto, che ha scosso anche il riminese. Dal nevone di febbraio che mandato in tilt i comuni ed ha isolato la Valmarecchia, al fallimento della compagnia low cost Wind Jet, di stanza all'aeroporto Fellini. Insomma un riassunto, dove cerchiamo di ricordare le principali notizie dell'anno che sta per finire.

NEVONE- L'emergenza neve di febbraio ha portato danni gravissimi sul territorio. Sono state quasi 300 le persone evacuate dalle loro abitazioni. La zona nella quale sono state riscontrate le maggiori criticità è stata la Valmarecchia; le situazioni di disagio, come su tutto il territorio nazionale, sono state indescrivibili: protezione civile, forze dell'ordine e volontari hanno lavorato senza sosta per risolvere anche i problemi più gravi: persone bloccate in casa, crolli di tetti, anziani o malati rimasti senza medicinali e via dicendo.  Alla fine, in ottobre, per rimborsare una parte dei danni ai territori di Rimini e Forlì-Cesena sono arrivati 2 milioni di euro.

NAUFRAGIO COSTA CONCORDIA - Il 13 gennaio il disastro. In quella drammatica occasione si distingue per il suo gesto eroico uno studente di Misano Adriatico, Omar Brolli, che riesce a portare in salvo alcuni ragazzi disabili. Partono le ricerche e tra i dispersi anche William e Dayana Arlotti, padre e figlia di 36 e 5 anni riminesi. Disperata la madre della piccola, Susy Albertini, che anche dopo giorni di ricerche, spera ancora. Ma il 22 febbraio i vigili del fuoco trovano il corpo senza vita della piccola. E, due giorni dopo, anche quello del padre, che vengono però identificati solo il 14 marzo.

NEL RICORDO DI MARCO SIMONCELLI -  Coriano, come tutto il popolo del motociclismo, non ha mai dimenticato il suo campione tragicamente morto in gara, il 23 ottobre 2011. Nel nome di Marco Simoncelli, tanti sono stati gli eventi, benefici in maggior parte, che hanno caratterizzato il 2012. Grandissima partecipazione alla serata di beneficenza organizzata per il compleanno del Sic, che il 20 gennaio avrebbe compiuto 25 anni. Al 105 Stadium di Rimini,comici, piloti, musicisti, per raccogliere, ancora una volta fondi. Anche la Fondazione Marco Simoncelli, voluta dal padre Paolo. ha raccolto in un anno di vita ben 235mila euro a favore di progetti umanitari. Il Misano World Circuit sarà intitolato al pilota di Coriano, la comunicazione era arrivata già nel 2011. Ma il 9 giugno il sogno è diventato realtà. L'8 dicembre, nella sua Coriano, sono stati inaugurati un monumento ed una mostra, nel ricordo del Sic.

TERREMOTO - Il sisma che ha colpito in maniera devastante l'Emilia, si è fatto sentire anche nel Riminese, le due scosse più forti hanno fatto percepire ben distintamente il terremoto anche qui. Fortunatamente nè il 20 maggio, nè il 29, ci sono state conseguenze gravi sul territorio provinciale. E' partita immediatamente la catena della solidarietà, che, oltre alla movimentazione di forze dell'ordine, volontari e vigili del fuoco, ha visto la disponibilità degli albergatori ad accogliere gli sfollati nelle loro strutture, in maniera particolare gli anziani hanno trovato riparo sul territorio.

MUORE IL DELFINO MARY G - Era stata salvata nel giugno del 2005, quando era ancora ancora un cucciolo, si spiaggiò incagliandosi con la mamma nel porto di Ancona. L'evento commosse tutto il Paese e il piccolo delfino, riuscito a sopravvivere, fu ribattezzato Mary G. L'esemplare di garampo è morto al Parco Oltremare di Riccione, il 31 maggio, suscitando un'infinità di polemiche che hanno intasato la pagina Facebook. La necropsia svolta sul corpo dell'animale ha dimostrato che la causa della morte è stata una chela di crostaceo incastrata nei bronchi, per questo è stato aperto un fascicolo alla procura della Repubblica di Rimini.

CADAVERE RIAFFIORA DAL MARANO - Aveva 22 anni ed era di origine bielorussa il ragazzo trovato morto l'8 luglio all'alba nel canale del Marano, il fiume che arriva al mare tra Rimini e Riccione. Si chiamava Vadim Piccione, un ragazzo nato in Bielorussia, adottato da una famiglia di Ravenna, arrivato a Riccione venerdì sera in treno con almeno 6 amici per trascorrere la prima serata della Notte Rosa. Il giallo sull'accaduto si risolve, almeno in parte, dopo pochi giorni: il ragazzo soffriva di epilessia ed assumeva farmaci per tenere la malattia sotto controllo.  Ma la lega italiana contro l'epilessia nega un possibile legame dei farmaci con la morte

WIND JET FALLISCE, CAOS AL FELLINI - Caos il 12 agosto  al fellini di Rimini. La compagnia Wind Jet è sull'orlo del fallimento e le ripercussioni si fanno sentire anche sull'aeroporto: tutti i voli della compagnia sono stati annullati e non saranno più operativi dallo scalo riminese. Fortunatamente Aeradria, società di gestione dell'aeroporto, si muove in maniera rapidissima, assicurandosi una copertura parziale della rotte con Livingston, già dal giorno seguente. 

OMICIDIO BERNABINI - Due colpi a bruciapelo sparati con un fucile da caccia calibro 12.  E' stato ucciso così il 55enne Leonardo Bernabini, originario di Verghereto: il cadavere del cesenate è stato trovato, domenica 2 settembre, nella sua auto, un'Opel Astra station wagon bianca parcheggiata in una piazzola lungo via Monterotondo, una stradina di campagna che scende dal colle di Covignano, nel Riminese, e finisce in una strada sterrata. Parte subito la caccia al killer, che pare conoscesse la vittima. Nel giro di un paio di giorni viene diffuso dalle forze dell'ordine l'identikit del ricercato, ricostruito grazie ad alcuni testimoni. Il giovane assassino è stato preso a circa 300 km da Rimini, scappato dopo una precipitosa fuga dal luogo dell'omicidio. L'uomo è stato arrestaoi in serata. Si chiama Marco Zinnanti, 22enne, originario di Novafeltria, e si trovava nella provincia di Teramo, raggiunto lì nella sua precipitosa fuga verso sud. A fine novembre viene arrestata tutta la famiglia Zinnati, che avrebbe aiutato il killer nella fuga.

MASTERPLAN PER UNA NUOVA RIMINI - E' stato approvato in consiglio comunale ed è anche l'oggetto di una mostra per chi vuole scoprire come sarà la Rimini del futuro. E' il "Masterplan strategico - Interventi per la realizzazione di una città sostenibile". Con questo strumento vengono integrati e messi a sistema gli interventi in essere e in progettazione da parte dell'Amministrazione Comunale e del Piano Strategico. E' stato presentato alla cittadinanza a fine novembre.

VIOLENZA SESSUALE, ARRESTATO IL SINDACO CASTELDELCI - Una storia della quale si parlava già da un mese. E' arrivata la conferma con l'arresto. Violenza sessuale su una bambina, arrestato il sindaco di Casteldelci
Le accuse sono pesantissime: violenza sessuale aggravata e detenzione di materiale pedopornografico
. I Carabinieri della Compagnia Novafeltria, insieme ai colleghi della Stazione di Pennabilli, hanno concluso l'operazione denominata convenzionalmente "Aurora", eseguendo il 4 dicembre un'ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pm Simone Purgato della Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna e firmata dal gip Andrea Santucci agli arresti domiciliari nei confronti del sindaco del comune di Casteldelci, mario fortini. Le indagini sono ancora in corso, intanto il primo cittadino ha deciso di non dimettersi., masrio, Mario forti


 

Potrebbe interessarti: https://www.riminitoday.it/cronaca/violenza-sessuale-arrestato-sindaco-casteldelci.html
Leggi le altre notizie su: https://www.riminitoday.it/ o seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/RiminiToday/109419352490262

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento