Notte di follia per un giovane straniero, aggredisce medici e poliziotti

Il ragazzo vagava senza meta nel parcheggio di via Fantoni, quando è stato fermato dagli agenti ha iniziato a dare in escandescenza

Serata agitata quella di martedì con gli agenti della polizia di Stato costretti a riportare alla calma un ucraino 26enne esagitato. Tutto è iniziato verso le 22 quando, al 113, è arrivata la telefonata che segnalava un uomo il quale vagava, in stato confusionale, nel parcheggio di via Fantoni. Sul posto è arrivata la Volante della polizia con gli agenti che hanno notato una persona barcollare vistosamente in mezzo alla strada. Fermato per un controllo, il giovane puzzava letteralmente di alcolici ed era in preda a una forte agitazione tanto che, a stento, gli agenti sono riusciti a capire cosa stesse dicendo. Poco distante, il personale della polizia di Stato ha scoperto una vettura, abbandonata sul marciapiede, all'interno della quale vi erano due donne, una delle quali moglie dell'ubriaco, e una minorenne.

Mentre gli agenti cercavano di capire cosa stesse succedendo e di identificare il giovane, lo straniero ha iniziato ad agitarsi ulteriormente e ad andare in escandescenza accusando i poliziotti di averlo fermato senza motivo. Il personale della pattuglia ha cercato di calmare il ragazzo ma questi, un vero e proprio torello, ha iniziato a divincolarsi e a urlare frasi sconnesse e minacce. Ammanettato, gli agenti a fatica hanno cercato di caricarlo sulla Volante ma lo straniero ha opposto resistenza con testate e calci contro le portiere posteriori riuscendo a piegare piuttosto vistosamente i montanti del mezzo, a sradicare la guarnizione della portiera ed alcuni inserti dell’abitacolo.

Vista la situazione, è stato chiesto l'intervento di un'ambulanza del 118 e, i sanitari, hanno accompagnato l'ucraino al pronto soccorso ma, all'Infermi, è ripreso lo show del 26enne che ha cercato di aggredire medici e agenti. Secondo quanto riferito dai sanitari al personale della polizia di Stato, l’uomo era stato già ricoverato in altre occasioni per abuso di sostanze oppiacee: in una di quelle l’uomo aveva pure tentato di strangolare una persona. I medici, tuttavia, non sono riusciti a sedare lo straniero che, mercoledì mattina, è stato processato per direttissima. Ancora in mattinata, nella stanza dei fermati presso il Tribunale di Rimini, il 26enne appariva molto agitato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento