Via i semafori: percorribile la nuova rotatoria tra via Roma e via Giovanni XXIII

Il programma complessivo di fluidificazione dell’asse mediano cittadino prevede 21 interventi, la cui realizzazione è distribuita in un arco temporale di un anno e mezzo, comportando una spesa complessiva di 3,5 milioni di euro

E' percorribile da martedì mattina la nuova rotatoria che regolamenterà la circolazione all’incrocio tra via Roma e via Giovanni XXIII in sostituzione dell’impianto semaforico. “E’ il terzo dei 21 interventi previsti dal progetto di fluidificazione dell’asse mediano della città – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Biagini, che si è recato personalmente sul posto per verificare l’evolversi coi tecnici di Anthea che dell’intervento, oltre alla direzione lavori, hanno redatto il progetto esecutivo – che dopo gli interventi di via Savonarola/Ravegnani e la rotatoria di via Destra Porto/Perseo, potrà dar soluzione a un altro punto critico della viabilità cittadina.

Due interventi – ha proseguito l’assessore Biagini – che stanno dando risultati oltre alle aspettative anche nei momenti critici di sabato e domenica quando, specie sulla nuova rotatoria del ponte della Resistenza, si incrociano i flussi da e verso il mare e quelli tra nord e sud della città. Risultati che confermano la bontà delle soluzioni scelte ma anche che solo nella concretezza della realizzazione che è possibile verificare l’efficacia delle soluzioni tecniche adottate, come sta avvenendo qui, a Borgo Marina, dove in queste ore i primi risultati ci stanno rendendo  moderatamente ottimisti pur in concomitanza con flussi sostenuti di traffico dovuti alla concomitanza con eventi straordinari come il Meeting e pur sapendo che in questo punto la cautela ci impone un monitoraggio attento h 24 per i primi giorni di intervento .”

La nuova rotatoria, realizzata in questa prima fase attraverso new-jersey in plastica provvisori che saranno mano a mano sostituiti da quelli definitivi nei prossimi giorni, ha un diametro di 15 metri con un anello centrale parzialmente sormontabile di 4 metri, così da garantire una corsia di 5,50 metri di larghezza e, come sta avvenendo, il passaggio in sicurezza dei mezzi di grandi dimensioni come i bus pubblici e privati. Dopo l’intervento che ha preso il via martedì su via Roma/corso Giovanni XXIII – contrassegnato col numero 7 nel progetto generale dell’intervento di fludificazione -  toccherà a quello previsto fra Via Emilia e Via Italia – il numero 1 - i cui lavori avranno inizio già lunedì prossimo.  Il programma complessivo di fluidificazione dell’asse mediano cittadino prevede 21 interventi, la cui realizzazione è distribuita in un arco temporale di un anno e mezzo, comportando una spesa complessiva di 3,5 milioni di euro. L’obiettivo di questa vera e propria ‘rivoluzione della circolazione stradale urbana’ è quello di giungere già nel prossimo anno ad avere zero semafori da Rimini Fiera a Miramare.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento