menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lettini danneggiati

I lettini danneggiati

Operatore balneare minacciato da venditori abusivi. "Serve l'intervento dell'esercito"

Esercente balneare vittima di una ritorsione da parte di venditori abusivi. Il fatto è avvenuto domenica a Rivazzurra. L'operatore balneare si è ritrovato diversi lettini divelti e squarciati con arma da taglio

Esercente balneare vittima di una ritorsione da parte di venditori abusivi. Il fatto è avvenuto domenica a Rivazzurra. L'operatore balneare si è ritrovato diversi lettini divelti e squarciati con arma da taglio. “Avvisato in pieno stile mafioso, ma io non mollo”, spiega l'esercente dopo aver divulgato le immagini dell'accaduto su Facebook. Il timore ora è che si potrebbe andare anche oltre a semplici minacce e ritorsioni, visto l'aumentare della tensione negli ultimi giorni e considerato come Sindaco, Questore e Prefetto con il loro buonismo abbiano sottovalutato il fenomeno.

Forza Nuova esprime piena solidarietà all'esercente balneare Vainer Nanni. “E' evidente – dichiara Mirco Ottaviani, responsabile provinciale per Forza Nuova sul territorio di Rimini – come tutte le attività commerciali abusive siano gestite da un vero e proprio racket che non si fa scrupoli ad utilizzare ritorsioni e violenze fisiche di fronte a chiunque tenti di ostacolarle; ne sono le evidenti dimostrazioni gli scontri tra vu cumprà e forze dell'ordine dei giorni scorsi, le aggressioni a titolari degli stabilimenti balneari e turisti, le risse tra senegalesi e bengalesi per il controllo dell'arenile e, ultima ma non per importanza, la ritorsione nei confronti dell'operatore”. “Non saranno, e già lo si è visto, quattro volontari armati di casacchine e telefoni cellulari ad emarginare il fenomeno – continua il responsabile – ma in tale situazione non vediamo altre soluzioni se non l'intervento coatto da parte dell'esercito, ancor'oggi purtroppo impiegato troppo spesso in missioni di guerra all'estero per conto di terzi, con fogli di via ed espulsioni dal territorio nazionale per recidiva”.

"Dopo 60000 euro spesi nell'inutilità dell'iniziativa anti vu cumprà e con i commercianti italiani che, oltre ad essere costretti a vivere l'insostenibile crisi economica e l'incrementale carico fiscale e burocratico, devono anche sottostare allo sfrenato abusivismo commerciale", Forza Nuova si auspica "una seria presa di posizione da parte delle istituzioni prima che il litorale riminese si trasformi in un campo di battaglia tra disperati, dove per il nostro Movimento non sarà difficile schierarsi con ogni mezzo, più o meno legale, dalla parte di chi ha operato una vita, con grandi sacrifici fisici ed economici, per portare benessere e turismo sul nostro territorio ed oggi vede tutto quanto sfumare di fronte ad una politica inadempiente ed all'invasione selvaggia di incivili incuranti delle leggi e del rispetto per il nostro Paese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento