Parte la lotta al contrasto dell'abusivismo commerciale

In anticipo rispetto agli altri anni, il gruppo degli agenti della Municipale pronto a pattugliare gli angoli della città

Con netto anticipo rispetto agli anni precedenti, viene attivato a partire dall’ultimo week end del mese di aprile il servizio anti abusivismo commerciale, portato avanti dallo speciale Nucleo Operativo Antiabusivismo Commerciale. Questo, come previsto dallo specifico progetto approvato e finanziato dall'amministrazione comunale di Rimini anche per il triennio 2017/2018/ 2019 si occuperà del contrasto verso tutte le problematiche connesse alle forme di ogni forma di abusivismo e della illecita occupazione di suolo pubblico. Quindi venditori non autorizzati, pallinari e anche esercizio della prostituzione in strada, saranno gli obiettivi principali del gruppo di lavoro che opererà con modalità flessibili dalle ore 7 alle ore 24, su tre turni operativi, così come avvenuto negli ultimi tre anni.

Proprio in virtù degli importanti risultati nel contrasto all’abusivismo commerciale ottenuti durante la stagione 2014, 2015 e soprattutto 2016- quando si è toccato il numero record di sequestri e rinvenimenti merce irregolare e/o contraffatta, frutto di 350 servizi in quattro mesi- il Nucleo agirà attraverso le modalità già sperimentate con successo: in abiti civili e in divisa in base alle necessità operative, utilizzerà tutte le tecnologie di ripresa delle immagini che vanno dalle macchine fotografiche con obiettivi in grado di riprendere a oltre 1 km di distanza alle portatili GoPro, piccole telecamere indossabili che servono per identificare chi compie illeciti e documentare gli spostamenti dei flussi di abusivi.

Più avanti nel corso della stagione verrà attivata l’intera strategia integrata, cioè una modalità di intervento non mirata solamente a colpire l’epifenomeno in spiaggia. Dalla firma sull’ordinanza che mira a individuare e a sanzionare il cosiddetto ‘sovraffollamento’ (nel 2016, ad esempio, da maggio a settembre i Carabinieri di Rimini- che con il Comune, la Polizia Municipale, la Questura, la Guardia di Finanza, la Capitaneria di Porto compone questa task force antiabusivismo- ha individuato e chiuso 20 appartamenti che ospitavano mediamente ognuno 15 persone) alla campagna di comunicazione insieme ai Comitati d’area che a giugno invita i turisti a non acquistare merce illegale e contraffatta.

“Si parte in anticipo ed è inutile ribadire che nel 2017 abbiamo l’obiettivo di centrare gli stessi risultati dell’anno passato, anzi migliorandoli alla luce di un format operativo che si va sempre più affinando- dichiara l’assessore alla Polizia Municipale, Jamil Sadegholvaad- . Voglio ancora una volta affermare come la strategia che abbiamo messo in campo con successo negli ultimi anni è frutto del lavoro congiunto e sinergico del Comune, della Municipale e delle forze dell’ordine rappresentate nel Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza. In questo caso davvero l’unione ha fatto la forza e, sono sicuro, la farà anche quest’anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento