Pattuglione della polizia di Stato nella zona del lungomare Tintori

Gli agenti al lavoro per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei furti e delle rapine che, negli ultimi giorni, sono avvenuti a Marina Centro

Si sono conclusi all’alba di sabato i servizi predisposti dalla Questura di Rimini per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei furti e delle rapine che, negli ultimi giorni, sono avvenuti principalmente nella zona mare di Rimini. In particolare, gli agenti della polizia di Stato hanno pattugliato il lungomare Tintori anche con l'ausilio delle unità Cinofile. Oltre 90 persone sono state le persone identificate di cui, unidci, sono risultate essere vecchie conoscenze delle forze dell'ordine. Grazie al fiuto dei quattrozampe in divisa, è stato possibile ritrovare alcune dosi di sostanza stupefacente nascosta tra le siepi e pizzicare due ragazzi, nei pressi dei locali della zona, con piccole dosi di droga che gli sono valse una multa e la segnalazione come assuntori in Prefettura.

polizia notte spiaggia cani 1-2I controlli dei poliziotti hanno consentito anche di rilevare la presenza di tre stranieri irregolari sul territorio: accompagnati in Questura, dopo gli accertamenti, sono stati espulsi dal territorio nazionale. La presenza degli operatori ha consentito inoltre di intervenire e di denunciare un cittadino marocchino responsabile di minaccia aggravata nei confronti del gestore di un locale di intrattenimento musicale. L’attività di perlustrazione ha inoltre consentito di trovare, nascosto tra i cespugli un coltello, presumibilmente gettato via alla vista dei poliziotti. Nel corso della notte è stato inoltre recuperato dai poliziotti un telefono cellulare rubato qualche giorno fa sulla spiaggia di Rimini a una turista di Torino in vacanza in Riviera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raccolta la denuncia, i poliziotti hanno iniziato l’attività investigativa e, grazie alla professionalità e ad alcune applicazioni per smartphone,  sono riusciti a localizzare il telefono cellulare all’interno di una stanza di un hotel del centro di Rimini. Ottenuto un decreto di perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato quel telefono cellulare che è stato restituito alla proprietaria, mentre due giovani algerini, che hanno dichiarato di aver acquistato da un uomo nordafricano il telefono cellulare qualche giorno fa nei pressi dell’Arco di Augusto per 180 euro, sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento