Cronaca

Per la prima volta Gessica Notaro ripercorre quella notte

In un'intervista a Panorama l'ex finalista di Miss Italia rivela: "Pregavo Dio: toglimi la bellezza, ma lasciami almeno la vista"

Si è affidata alle pagine di Panorama, con una lunga intervista in edicola giovedì, per ripercorrere quella maledetta notte quando è stata sfregiata con dell'acido. Gessica Notaro, l'ex finalista di Miss Italia, racconta il suo calvario e punta il dito contro l'ex fidanzato, il capoverdiano Eddy Tavares, accusato di averla aggredita e sfigurata. "Mi aveva minacciato quando lo denunciai, un anno fa, e minacciava spesso anche di togliersi la vita dopo avermela fatta pagare - ricorda la 28enne. La sera del 10 gennaio immaginavo di ritrovarmelo sotto casa perché aveva telefonato più volte a mia madre. Nonostante gli obblighi domiciliari ai quali era stato sottoposto, infatti, Edson Tavares era libero di andare in giro a tutte le ore e di avvicinarsi a casa mia". Per Gessica e la sua famiglia, quella del 10 gennaio era una data particolarmente triste perchè, proprio quel giorno del 2010, il fratello della ragazza si era tolto la vita. La 28enne non ha dubbi: "Ha scelto lui la data".

Gessica ha poi ripercorso i minuti immediatamente successivi all'aggressione: "Mentre l'acido mi mangiava la faccia io, in ginocchio, pregavo Dio: toglimi la bellezza, ma lasciami almeno la vista". Nell'intervista rilasciata al settimanale, inoltre, la 28enne punta anche il dito contro la legge italiana ritenendo ingiusto che il viso delle vittime resti deturpato a vita mentre le pene degli aggressori si limitino a pochi anni. Allo stesso tempo, inoltre, gli strumenti giuridici si sono dimostrati distratti e inefficaci sul suo caso avendo, prima dell'aggressione, già denuciato per stalking Tavares.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la prima volta Gessica Notaro ripercorre quella notte

RiminiToday è in caricamento