Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Pericoloso latitante mafioso pizzicato in vacanza sulla Riviera

Sorpreso e arrestato dal personale della squadra Mobile di Rimini in un hotel di Bellaria

Si è conclusa con un paio di manette la latitanza di Cosimo De Leonardo, tarantino 63enne, membro di spicco di una pericolosa associazione mafiosa operante in provincia di Taranto, quella del clan Di Pierro. L'uomo, lo scorso giugno, era stato colpito da un provvedimento di fermo da parte del pm pugliese ed era fuggito rendendosi irreperibile. De Leonardo è ritenuto responsabile, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione per delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, estorsione aggravata dal metodo mafioso, rapina aggravata, detenzione illecita di armi clandestine e munizioni, danneggiamento aggravato dal metodo mafioso. Le ricerche della polizia di Stato hanno permesso di individuare il 63enne a Vellaria dove alloggiava, insieme ai suoi familiari, in un albergo.

Secondo le indagini, De Leonardo esercitava la propria egemonia, imponendo con il metodo mafioso, periodiche dazioni di denaro a commercianti e spacciatori di alcuni quartieri cittadini, perseguendo lo scopo con l’utilizzo di armi ed esplosivi.Il blitz della squadra Mobile riminese è scattato nel tardo pomeriggio di sabato quando, il personale della polizia di Stato, si è presentato nella struttura ricettiva bellariese. In un primo momento, il 63enne ha mostrato un documento di identità contraffatto ma, nonostante l'espediente, è stato riconosciuto e arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoloso latitante mafioso pizzicato in vacanza sulla Riviera

RiminiToday è in caricamento