La polizia Stradale ferma un pullman carico di bambini senza assicurazione

Record di contravvenzioni per il mezzo pesante risultato avere targhe contraffatte e conducente non in regola col contratto di lavoro. Il mezzo è stato messo sotto sequestro

E' un vero e proprio record quello stabilito da un pullman fermato sulla Statale Adriatica, giovedì mattina all'altezza di Torre Pedrera, dalla polizia Stradale che ha scoperto una serie di irregolarità tanto da mettere il mezzo sotto sequestro. La corriera, di proprietà di una ditta di trasporti che ha sede legale in provincia di Brindisi e opera sulla tratta Roma-Rimini, è stata fermata per un normale controllo stradale e subito sono saltate all'occhio degli agenti vari problemi. Il mezzo pesante, che aveva a bordo 52 persone tra cui diversi bambini, è risultato privo di copertura assicurativa e, come se non bastasse, è emerso che le targhe del pullman, in realtà, appartenevano ad un altro veicolo. Un ulteriore accertamento ha permesso di scoprire che il mezzo non era mai stato immatricolato per la circolazione. Lo stesso conducente, un 59enne di Roma, non aveva alcun tipo di contratto con la società di trasporti e, quindi, lavorava in nero. 

Al termine di tutte le verifiche, per il pullman è scattato il sequestro amministrativo e, in totale, sono stati elevati verbali per oltre 4mila euro. Agli sventurati passeggeri non è restato altro da fare che scendere dal veicolo per essere poi trasbordati su un'altra corriera arrivata appositamente per far concludere il loro viaggio. Sono attualmente in corso altri accertamenti da parte del personale della Stradale per verificare sia l'origine del pullman, sconosciuto agli uffici preposti, sia la posizione della società di trasporti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento