menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Polo soccorso" area sud Rimini, la Regione: "si valutino i costi"

Da tempo è in corso la definizione del progetto per un “Polo del soccorso” nella zona sud della provincia di Rimini, con la previsione di un’unica struttura operativa per Vigili del Fuoco, Croce Rossa e Protezione civile

Da tempo è in corso la definizione del progetto per un “Polo del soccorso” nella zona sud della provincia di Rimini, con la previsione di un’unica struttura operativa per Vigili del Fuoco, Croce Rossa e Protezione civile. Con un’interrogazione a risposta immediata in Aula, Monica Donini, del gruppo “Federazione della Sinistra”, chiede alla Giunta di garantire in tempi certi la conclusione di questo percorso.

Già presentato al ministero degli Interni, il progetto dovrebbe consentire di gestire con maggiore efficacia le emergenze di varia natura nelle zone di pertinenza del centro operativo, e consentire finalmente ai Vigili del Fuoco di trovare una collocazione più adeguata. Nella risposta, il sottosegretario Alfredo Bertelli ha fatto il punto della situazione, riaffermando che la Regione continua a ritenere necessaria la realizzazione dell’intervento, pur in una fase particolarmente critica per la finanza nazionale e regionale; perciò, l’intero progetto dovrà essere sottoposto a un’attenta valutazione della compatibilità finanziaria.

Al momento, gli enti territoriali e la Regione sono in attesa di nuovi elaborati progettuali, che in base agli accordi devono essere proposti dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco. Bertelli ha ricordato che la progettazione ha subito una battuta d’arresto in seguito all’azzeramento dei finanziamenti statali 2009 e 2010 del fondo regionale di Protezione civile.

Un’ipotesi operativa di ripartizione delle spese per la realizzazione della struttura polifunzionale (per un importo totale di 1.250.000 euro), concordata dai rappresentanti degli Enti e delle strutture tecniche, prevede che il ministero degli Interni si faccia carico degli oneri di progettazione, della cura della realizzazione e del finanziamento per il 50% del costo dell’opera; Regione, Provincia e Comune dovrebbero concorrere con una cifra complessiva di 400.000 euro, cui aggiungere il valore del terreno edificabile.
Soddisfazione per la volontà espressa dalla Giunta è stata espressa da Donini in sede di replica.

L’azzeramento dei finanziamenti statali 2009 e 2010 del fondo regionale di Protezione civile rende ancor più stringente, ai fini di una conclusione operativa, un tavolo di concertazione con la presenza di tutti i soggetti istituzionali interessati (ministero dell’Interno, Comuni della Valconca, Provincia di Rimini e Regione). Questo progetto, ha concluso Donini, è cruciale per sostenere il sistema a rete della Protezione civile che si è consolidato nel territorio riminese, garantendo la massima efficienza ed economicità degli interventi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento