Puzza nauseabonda in zona Petroltecnica, intervengono vigili del fuoco e Arpae

La prima segnalazione è arrivata ai carabinieri che, giunti sul posto, hanno fatto intervenire gli specialisti

La prima segnalazione è arrivata intorno alle 22 quando in via Rovereta, nella zona della Petroltecnica, è stato segnalato un odore nauseabondo del quale si ingnorava l'origine. Sul posto è intervenuta per prima una pattuglia dei carabinieri con i militari dell'Arma che, resisi conto di quanto stava accadendo, hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco e del personale di Arpae, l'agenzia regionale per la protezione ambientale. In via Raibano il personale del 115, con gli specialisti del nucleo Nbcr, e gli addetti di Arpae hanno iniziato a ricercare la causa della forte puzza con gli strumenti che, comunque, secondo quanto emerso non hanno mai dato valori al di sopra del limite consentito per legge. I vigili del fuoco hanno individuato la rottura di un telo, che copre una vasca per la lavorazione dei fanghi trattati con calce viva, dalla quale usciva la puzza. Sono stati trivati anche 8 camion, parcheggiati lungo la strada, carichi di materiale che sarebbe dovuto essere consegnato alla Petroltecnica per la lavorazione. L'allarme è quindi rientrato ma, sul posto, è intervenuta anche la polizia Municipale di Riccione che, sulla situazione, ha stilato una dettagliata nota di servizio che potrebbe portare anche a un verbale nei confronti dei camion parcheggiati lungo la strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In una nota stampa, il Comune di Coriano nel cui territorio ricade l'azienda, ha spiegato come "venti di questo genere pur già verificatesi non avevano mai raggiunto tale intensità e persistenza. Restando in attesa, da chi di dovere, dei risultati delle verifiche, nella tutela dei cittadini di Coriano il legale sta predisponendo una richiesta di parere, alle autorità competenti, in merito alle autorizzazioni della aziende su questo territorio, ovvero quanto su queste abbia influito l’annullamento della variante concretizzatosi nei mesi scorsi, relativa all’area su cui sono posti gli stabilimenti. Fiduciosi di pronte e precise indicazioni, ribadisco la ferrea intenzione mia e di tutta la giunta di rispettare, in questo come in altri casi, l’aderenza alle norme, nella speranza che siano garanti, in primo luogo, della saluta pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento