rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Rimini raccontata in duecento scatti fotografici in bianco e nero

Presentata al Grand Hotel  dalla  Cooperativa  Operatori  di Spiaggia di Rimini, l’opera di Gianni Donati e Pio Sbrighi, “Rimini - di Pietra, Nuvole e Sale”

Presentata al Grand Hotel  dalla  Cooperativa  Operatori  di Spiaggia di Rimini, l’opera di Gianni Donati e Pio Sbrighi, “Rimini - di Pietra, Nuvole e Sale” - una magistrale raccolta di circa duecento scatti fotografici in bianco e nero la cui intensità ha colpito a tal punto lo scrittore Marco Missiroli da volerne prendere parte con il testo critico d’apertura e la partecipazione all’evento. Nella Sala Leonardo è stato proprio l’autore del celebre romanzo “Fedeltà” (a breve anche  serie tv su  Netflix) a descrivere, con palpabile emozione, la potenza e l’intensità del viaggio raccontato nell’opera dei due fotografi –  i  cui  scatti  sono  così  intimi  e  insieme  così  travolgenti  da  fargli  tornare  il  “groppo  in  gola” come  non  sentiva  da  tempo.  “Un conto è raccontare  Rimini,  un  conto  è raccontare  questa  Rimini”,  ha  sottolineato  Missiroli, riferendosi alle immagini contenute in questo volume di grande formato. Un libro in grado di documentare la trasformazione, il cambiamento, l’intimità, l’effimero della città, cogliendo in modo sottile la sua complessità e stratificazione. 
 
Gianni  Donati  ha  accompagnato  il  pubblico  in  un  pellegrinaggio  ideale  nei  luoghi,  tra  i personaggi,  attraverso  i  cieli  e  le atmosfere  protagoniste  del  volume.  Scatto  dopo  scatto, attraverso una narrazione intensa ma anche ironica e ricca di scambi e di ricordi, gli autori hanno ripercorso alcuni luoghi sacri per i riminesi – dal centro, con i suoi monumenti e le sue vie più nascoste, passando dalla darsena, per approdare al mare e alla spiaggia sovrana - narrando bellezze e contraddizioni della città, la sua poeticità velata,  e quella speciale essenza riminese rintracciabile nei gesti, nei volti, nei panorami immortalati da immagini che sembrano prendere vita nel momento stesso in cui vengono donate al pubblico. 
 
Interpellato dagli autori sugli scatti del mare, Mauro Vanni, presidente della Cooperativa e di Confartigianato Imprese Demaniali, “intimorito davanti a tanta profondità”, ha dichiarato:  “La spiaggia per noi non è un luogo geografico. È casa, è un luogo cui si appartiene”. Un bene prezioso  che  custodisce  icone  come  il  Rockisland,  nuovi  simboli  urbani  come  la  ruota panoramica,  ed  eventi  magnetici  per  turisti  e  viaggiatori.  Tutti  aspetti  della  spiaggia  e  della città che vengono documentati nel volume insieme anche al suo dinamismo, ai suoi cantieri. “Una  Rimini  che  cambia  sempre  in  ogni  istante  per  offrire  a  chi  viene  a  trovarci  eventi  ed emozioni  uniche”, ha evidenziato l’Assessore  al  Demanio,  Roberta  Frisoni.  E  quanto  la spiaggia sia parte vitale del vivere riminese, e come i bagnini rimangano da decenni “persone di famiglia” per i cittadini, l’ha sintetizzato perfettamente Marco Missiroli: “i riminesi dovrebbero avere una carta d’identità speciale che riporti nome, cognome e numero del bagnino nel quale si è cresciuti”. Tra qualche risata e alcune citazioni d’autore, la carrellata di immagini prese dal volume si è 
chiusa con una serie di suggestivi scatti del Grand Hotel, baluardo della dolce vita riminese. “Chi guarda fuori sogna, chi guarda dentro si sveglia”: queste le parole di C.G. Jung riprese da  Gianni  Donati  per  chiudere  la presentazione dell’opera fotografica, tra  gli scroscianti applausi  del  pubblico  toccato  e  ed  emozionato,  che  ha  poi  brindato  con  gli  autori  al successo della presentazione in una delle prestigiose sale interne del Grand Hotel. 

 
Il volume “Rimini – Di pietra, nuvole e sale”, realizzato con il contributo della Cooperativa Operatori di Spiaggia di Rimini e Piacere Rimini, con il patrocinio del Comune di Rimini e con il sostegno di VisitRimini, è già da qualche giorno in libreria. Il  progetto  inoltre  ha ispirato l’omonima serie di tavole rotonde degli operatori balneari del territorio. Infatti dal prossimo inverno fino alla primavera 2022 si terranno incontri e dialoghi sulle nuove risorse della città, sulla loro valorizzazione e promozione in chiave turistica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini raccontata in duecento scatti fotografici in bianco e nero

RiminiToday è in caricamento