Rapina automobilista e la sequestra. Poi fugge dopo inseguimento

Hanno cercato di sottrarsi alla cattura dopo un breve ma intenso inseguimento. Un 22enne di Taranto ed un marocchino di 23 anni, entrambi domiciliati a Rimini, sono stati arrestati dai Carabinieri

Hanno cercato di sottrarsi alla cattura dopo un breve ma intenso inseguimento. Un 22enne di Taranto ed un marocchino di 23 anni, entrambi domiciliati a Rimini, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Rimini con l’accusa di ricettazione e danneggiamento. Un giovane è ruscito a dileguarsi. Le immediate verifiche sull’auto usata dal terzetto, una Citroen C3, ha permesso di stabilire che era stata rubata il 6 gennaio a Rimini ad un 30enne riminese.

La vettura è stata intercettata in via Principe Amedeo. I Carabinieri hanno intimato l’alt, ma il conducente, dopo aver finto di fermarsi, ha schiacciato il piede sull’acceleratore. Né è nato un inseguimento nel corso del quale la Citroen ha danneggiato a causa dell’alta velocità  tre auto in sosta, per poi fermarsi a causa dei danni riportati. L’automobilista si è dato alla fuga a piedi, facendo perdere le sue tracce fra le vie circostanti.

I due passeggeri sono stati subito bloccati dai Carabinieri. Nell’abitacolo c’era la borsa e gli effetti personali (documenti, carte di credito, cellulare e le chiavi di una Volkswagen Polo) che alle ore 17 precedenti erano stati rapinati alle ore 17 a Rimini ad una 24enne di origine campana residente a Riccione. La ragazza si trovava in via Milazzo, quando è stata avvicinata da un individuo a volto scoperto ed armato di pistola che l’ha costretta a consegnargli la borsa e le chiavi dell’auto, per poi sequestrarla.

Successivamente, approfittando di un incolonnamento ad un incrocio, la donna è riuscita a scendere dall’auto in via XX Settembre, venendo soccorsa da alcuni passanti. Il rapinatore si è dileguato a bordo della Polo, che è stata poi rinvenuta alle 19 chiusa a chiave in via Mamiani. La refurtiva è restituita agli aventi diritto. I due fermati si trovano in carcere. Ora i Carabinieri stanno stringendo il cerchio per acciuffare anche il conducente della Citroen C3, che potrebbe identificarsi nel responsabile della rapina con contestuale sequestro perpetrato poco prima della fatale fuga serale del terzetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento