menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Ancora sangue a Rimini, rissa tra stranieri: un trentenne finisce accoltellato

Ricoverato in ospedale, dopo che è stato raggiunto da due fendenti, un giovane senegalese. Il putiferio è scoppiato nei pressi della discoteca Altromondo pare a causa di una lite per delle ragazze e, dai primi riscontri, ci sarebbe tra i feriti anche un magrebino che è stato trasportato in pronto soccorso

Ennesimo drammatico episodio sanguinoso a Rimini. E' successo nel cuore della nottata tra sabato e domenica, intorno alle 5.30, in via Flaminia nei pressi della discoteca Altromondo. Dalle prime ricostruzioni degli inquirenti della polizia, che indagano sul fatto di sangue, tutto sarebbe iniziato quando si sono affrontati vari gruppi di stranieri tra cui dei sudamericani e dei magrebini. Pare che all'origine della zuffa ci sia stato uno sguardo di troppo da parte dei nordafricani a una delle ragazze che si trovava in compagnia dei latinoamericani che, non gradendo gli apprezzamenti, hanno dato il via a un primo tafferuglio.

Tutto sembrava essere finito li ma, quando è stato il momento di chiudere la discoteca, il personale della sicurezza ha iniziato a girare all'esterno del locale e ha sentito delle urla provenire dal distributore dell'Agip poco distante e, subito dopo, ha visto il ferito che barcollava in cerca di aiuto. Nel parapiglia infatti, ad avere la peggio è stato un 30enne senegalese ferito con due coltellate all'addome e alla spalla mentre un secondo ferito, un magrebino, se l'è cavata con ferite di minore gravità. A chiamare la polizia sono stati i buttafuori del locale ma, all'arrivo delle Volanti, gli agenti hanno trovato solamente i due feriti stesi a terra e hanno chiamato il personale del 118. Il senegalese, un 30enne, è stato trasportato in pronto soccorso con il codice di massima gravità ma, dopo essere stato ricucito, i sanitari lo hanno dimesso con una prognosi di 20 giorni. Il nordafricano, invece, come hanno testimoniato i responsabili del locale, non sarebbe mai entrato nella discoteca in quanto il personale della sicurezza lo aveva lasciato fuori in perchè ubriaco. Non è stata trovata traccia dell'accoltellatore e, al momento, il personale della polizia che indaga sull'episodio sta cercando di ricostruire l'intera dinamica aiutandosi, anche, con le immagini delle telecamere a circuito chiuso della zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento