Ubriachi rapinano e aggrediscono negoziante: se la cavano con una denuncia

Si è conclusa con una denuncia a piede libero per rapina e danneggiamento la notte brava di due campani ed una pugliese

Si è conclusa con una denuncia a piede libero per rapina e danneggiamento la notte brava di due campani ed una pugliese. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della stazione di Rimini via Destra del Porto, il terzetto ha aggredito nel cuore della nottata tra domenica e lunedì il proprietario di un negozio di prodotti alimentari etnici bengalesi in via Regina Margherita con calci e pugni, per poi derubarlo di 3.350, incasso della giornata.

Nella circostanza il cassiere di 34 anni ha riportato un trauma cranico e delle escoriazioni al braccio destro, con prognosi di 3 giorni. I Carabinieri hanno raccolto la testimonianza di due bengalesi, che hanno descritto sommariamente i responsabili della rapina: due uomini con accento campano ed una ragazza. Grazie al racconto, uno dei militari ha ricordato un intervento fatto qualche ora prima in un residence di Miramare in cui, due ragazzi di origine campana, alticci, dopo essere stati ripresi dal portiere perché disturbavano i clienti, prima lo avevano coperto di insulti e poi aggredito, non riuscendo ad avere la meglio perché l’uomo (di stazza robusto) era riuscito ad allontanarli.

Per tutta risposta i due, con calci e sedie, ha danneggiato la vetrina della porta della hall. Qualcuno degli ospiti della struttura ha dato l’allarme sul 112 e due pattuglie dei Carabinieri in servizio di controllo del territorio si sono precipitate sul posto. Dopo aver generalizzati i due ed accompagnati in caserma, il proprietario della struttura, sotto la promessa del risarcimento del danno da parte di un parente dei due giovani, ha preferito non sporgere alcuna denuncia-querela contro i due che, dopo gli accertamenti di rito, venivano lasciati andare.

Quando due ore dopo i Carabinieri sono intervenuti sulla rapina la negozio bengalese, il Capo equipaggio ha riconosciuto nella descrizione i due giovani del danneggiamento: subito, con un’altra pattuglia, si è messo ad rastrellare la zona e, in una stradina laterale è stato individuato il terzetto che si stava allontanando. Fermati e condotti in caserma, i due campani (un salernitano di 28 anni ed un napoletano di 24) e la ragazza pugliese (27enne della provincia di Bari) sono stati riconosciuti dalle vittime come i tre aggressori-rapinatori. I tre, quindi, sono stati denunciati per rapina e lesioni personali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento